breaking news

Benevento, Baroni tentenna. La società continua a guardarsi intorno

28 Giugno 2016 | by Domenico Passaro

Potrebbe slittare ulteriormente la scelta dell’allenatore in casa Benevento, una prospettiva che non piace assolutamente alla dirigenza giallorossa. Una sequenza di eventi che danneggia l’appeal sannita e per la quale sembra esserci un’inversione di tendenza rispetto al passato. Prima c’era chi ai piedi della Dormiente sarebbe venuto anche a gattoni, adesso invece sembra che ci voglia la limousine. Le incertezze societarie degli ultimi mesi non hanno fatto bene, la mazzata finale l’ha data la questione Auteri che probabilmente poteva essere anche gestita diversamente. In realtà, ufficialmente, è stata ascoltata soltanto la versione del tecnico siciliano, in attesa di una replica UFFICIALE del club sannita. Il patron Vigorito al momento si è limitato ad un solo ringraziamento, in attesa magari della replica che potrebbe esserci giovedì nella conferenza stampa di presentazione del nuovo assetto societario. Intanto, le sole disponibilità certe sarebbero quelle di Petrone, D’Aversa e, probabilmente, Sannino. Senza dimenticare Carmine Gautieri, entrato nel mirino anche della Ternana. Allenatori che avrebbero bisogno solo di due secondi per chiudere un accordo con il Benevento. Con Marco Baroni ieri c’è stato un incontro importante, ma le parti si sono riservate un po’ di tempo per riflettere. Pare che al Benevento non sia andato del tutto giù l’atteggiamento un po’ titubante dell’ex trainer del Novara che ha in ballo qualche altra proposta da valutare. Insomma, il Benevento non vuole essere il ripiego di nessuno e per questo la ricerca non è assolutamente chiusa. Appare ormai del tutto sbarrata, salvo clamorosi colpi di scena, la strada che portava a Gennaro Gattuso, nome che stuzzicava, ma per il quale si sarebbe potuto lavorare soltanto in caso di divorzio con il Pisa. Salvatore Di Somma dovrà necessariamente continuare a sondare altri profili, il Benevento non può permettersi di attendere oltre e di farsi trovare impreparato nel caso sfumi la trattativa Baroni. Un compito non semplice col tempo sempre più tiranno. Alle porte del ritiro, che potrebbe a questo punto anche essere posticipato, ed un mercato che non può decollare.


Pubblicato il:28 Giugno 2016 alle 4:06 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *