breaking news

Benevento – Spezia, li abbiamo visti così

29 Ottobre 2016 | by Gianluca Napolitano
Benevento – Spezia, li abbiamo visti così
1^ Squadra
0

CRAGNO: Poco impegnato nella prima frazione ipnotizza Baez al 41′ costringendolo ad angolare il tiro che prende il palo, per il resto solo ordinaria amministrazione. VOTO: 6

GYAMFI: Esordio dal primo minuto, discreti 60 minuti di gioco caratterizzati da tanta voglia e  buona gamba.  Qualche errore in appoggio ma tutto sommato un esordio positivo per l’esterno scuola Inter. Voto di incoraggiamento. VOTO: 6,5

PADELLA: Attento, deciso  e concreto, al 52′ costringe al fallo di reazione Nenè che lo colpisce con una gomitata. Quando si tratta di farsi sentire lui c’è sempre. VOTO: 7

LUCIONI:  Vale lo stesso discorso fatto per Padella, attento, duro e puntale, di testa addirittura insuperabile anche contro il  colosso Nenè. Il capitano aveva promesso carattere e in campo si è visto e sentito. VOTO: 7.

LOPEZ: Ingaggia un bel duello con Baez senza esclusione di colpi, dà meno supporto del solito in fase di appoggio, ma nel complesso la gara è pienamente sufficiente. Peccato per il rosso diretto che sinceramente ci è sembrato esagerato. VOTO: 6

CHIBSAH: Buon primo tempo, aggressivo e propositivo, nella ripresa sempre pronto a supportare gli avanti ed al 81′ trova il suo secondo goal personale che vale altri tre punti.  VOTO: 7.

BUZZEGOLI:  Alti e bassi per tutto l’arco della gara, al 41′ la stava facendo grossa perdendo una palla a centrocampo ma per fortuna poi viene graziato dal direttore di gara per il fallo si Sciaudone. Meglio in altre occasioni, esce stremato. VOTO: 6.

VENUTI: Schierato esterno alto di destra dà un discreto contributo in fase difensiva ma in quella offensiva è spaesato, ovviamente meglio quando torna nel suo ruolo naturale. Voto per il sacrificio. VOTO: 6.

FALCO: Cerca di dare supporto all’isolato Ceravolo nella prima frazione riuscendovi rarissime volte. Mai veramente pericoloso, in alcune circostanze si innamora troppo della palla, non sta attraversando un buon periodo. VOTO: 5,5.

CICIRETTI: A sinistra non riesce mai a trovare la giocata giusta ed infatti nella ripresa torna a destra dove colleziona l’assist vincente per Chibsah. Nel finale poteva sfruttare meglio qualche azione di rimessa. VOTO:6,5

CERAVOLO: Servito poco e male. Al 24’ va vicino alla rete, ma la conclusione è debole. Sgomita e lotta tra i due centrali ospiti. Sfortunato anche al 67′ quando colpisce la traversa a Chichizola battuto. In crescita dal punto di vista fisico. VOTO:6.

SUBENTRATI:

61’ PAJAC PER GYAMFI: Non entra mai in partita e fatica a trovare giocate e posizione nel campo. Provoca qualche punizione di troppo. VOTO: 5.

68′ PUSCAS PER FALCO: Spacca letteralmente la gara prima ci prova di testa costringendo il portiere ospite agli straordinari e poi effettua un paio di aperture a Ciciretti da applausi. VOTO: 6,5.

83′ DEL PINTO PER BUZZEGOLI: Dà il suo contributo in trincea, entra col piglio giusto. S.V.

MISTER BARONI: La partita non era delle più semplici da affrontare dopo la sconfitta di Trapani, parte con il freno a mano tirato sugli esterni dove il primo tempo è praticamente nullo sia a destra che a sinistra. Nella ripresa rimette opportunamente Ciciretti a destra e poi butta nella mischia, un pò tardivamente, Puscas che dà un grosso contributo alla vittoria. L’ingresso di Pajac è stato deludente sotto diversi aspetti, deve capire bene che ruolo affidare a questo oggetto misterioso. Ha saputo trasmettere ai suoi ragazzi la grinta e la cattiveria giusta per affrontare e battere un buon Spezia. Deve, delle volte, essere un po’ più rapido nella lettura delle gare, osando un po’ di più in alcune circostanze come dopo l’espulsione di Nenè. Ora a Terni per la continuità. VOTO:6.


Pubblicato il:29 Ottobre 2016 alle 7:07 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *