Missione compiuta per l’Avellino che all’Arena Garibaldi è andato a riprendersi direttamente sul campo quei tre punti tolti in classifica con la penalizzazione inflitta scorsa settimana dal TFN. Quarto risultato utile consecutivo per i biancoverdi ormai ad un passo dalla matematica salvezza, scenario che sembrava davvero remoto in chiusura di girone d’andata solo qualche mese fa. Walter Novellino ha dato la marcia in più rivitalizzando l’intero gruppo, puntellato bene poi durante il mercato di gennaio che ha colmato le ultime lacune. La chiusura di questo campionato potrebbe anche gettare delle importanti basi sulla programmazione della prossima stagione, che dovrebbe partire non appena i Lupi consolideranno obiettivo e posizione in classifica. Il punto di partenza potrebbe essere proprio l’allenatore di Montemarano, vero artefice di questa rinascita le cui parole sempre riservate a piazza e società sembrano essere il chiaro segnale della possibilità di poter intavolare un progetto con il club per il prossimo campionato. Guardando al presente, Novellino ha concesso ai suoi un giorno di riposo e i biancoverdi apriranno domani pomeriggio la settimana di lavoro in vista del match casalingo con il Cesena. I bianconeri seguono a due lunghezze in classifica e fare risultato sarà determinante per aumentare ancor più le distanze. Il tecnico biancoverde dovrà fare a meno di Moretti ed Eusepi, fermati dal Giudice Sportivo e per il centrocampo allora sarà fondamentale il recupero di Paghera con D’Angelo, che entra in diffida, ed Omenga praticamente unici centrali a disposizione. Lo stop per la punta di Tivoli invece potrebbe spianare la strada a Gigi Castaldo per formare il tandem con Ardemagni, mentre si infittisce il dilemma legato a Verde anche a Pisa in panchina e passato da valore aggiunto ad alternativa di lusso che nelle ultime quattro partite ha collezionato solo dieci minuti in campo.

Lascia una risposta