Insigne mette paura, ma i Lupi poi mostrano i denti ed azzannano per conquistare negli ultimi 90 minuti la salvezza. L’Avellino torna alla vittoria tra le mura amiche e conquista tre punti che valgono la permanenza in Serie B. Novellino ritrova Jidayi e Laverone con l’ex Salernitana che completa la catena destra con Lasik confermato sulla linea dei difensori. In cabina di regia c’è moretti al fianco di Paghera con il confermato tandem offensivo composto da Castaldo ed Ardemagni. Reduce da quattro risultati utili consecutivi, il già retrocesso Latina risponde col collaudato 3-4-3 con il tridente offensivo composto da Insigne, Di Nardo e Pinato. Partono forte gli ospiti subito pericolosi con Bandinelli che carica il sinistro dai 30 metri, Radunovic c’è. Al quarto d’ora la risposta dei biancoverdi: cross dalla destra per il colpo di testa di Castaldo, si allunga Grandi. Sulla respinta Ardemagni apparecchia per D’Angelo a botta sicura, ma la traversa dice di no al capitano. Pericolosa la squadra pontina in ripartenza, pericolosa alla mezz’ora: Insigne premia la sovrapposizione di Pinato, Radunovic gli sbarra la strada. E’ il momento del Latina, Avellino sbadato: Pinato con il tacco mette in moto Insigne nel buco della difesa, il napoletano col sinistro fulmina Radunovic e porta i suoi in vantaggio. Non esulta l’ex di turno che sigla un gol che pesa tantissimo per l’Avellino che con lo svantaggio sarebbe ai play-out. C’è da dare il cambio di passo e nella ripresa Novellino butta subito dentro Verde per Perrotta per un Avellino a trazione anteriore. Nella ripresa parte ancora meglio il Latina pericoloso ancora con Pinato, ma l’estremo difensore biancoverde tiene i suoi in partita. L’Avellino deve trovare almeno il pareggio: minuto 26, da punizione il campanile di Verde, sponda di Jidaiy per l’inserimento con i tempi giusti di Ardemagni. Il colpo di testa dell’attaccante che firma il pareggio con la sua tredicesima marcatura stagionale. Intanto, la Ternana ribalta ad Ascoli, serve la vittoria per i Lupi che dopo 12 minuti completano la rimonta: difende palla Ardemagni, palla vagante sulla quale si avventa a rimorchio Gigi Castaldo. 2-1 Avellino, la firma della punta di Giugliano che fa esplodere il “Partenio”. L’Avellino compie l’impresa e dopo lo schiaffo si prende la vittoria. 3 punti che valgono la salvezza, nonostante la penalizzazione in classifica che potrebbe anche esser ridotta. Il prossimo anno il Lupo ruggirà ancora in Serie B.

Avellino (4-4-2): Radunovic; Lasik, Jidayi, Migliorini, Perrotta (1′ st Verde); Laverone (23′ st Eusepi), Paghera, Moretti (6′ st Camarà), D’Angelo; Castaldo, Ardemagni. A disp.: Lezzerini, Iuliano, Solerio, Asmah, Soumaré, Eusepi. All.: Novellino.

Latina (3-4-3): Grandi; Bruscagin, Garcia Tena, Macciucca; Rolando (39′ st Colarieti), Al. De Vitis, Bandinelli, Di Matteo; Insigne (11′ st Negro), Di Nardo (23′ st Megelaitis), Pinato. A disp.: Pinsoglio, Nica, Celli, De Giorgio, Jordan, An. De Vitis. All.; Vivarini.

Arbitro: Saia di Palermo.

Marcatore: 34′ pt Insigne, 26′ st Ardemagni, 38′ st Castaldo.

Lascia una risposta