breaking news

Benevento, Baroni studia un cambio per reparto?

29 Maggio 2017 | by Domenico Passaro
Benevento, Baroni studia un cambio per reparto?
1^ Squadra
0

Da Benevento e Perugia senza staccare la spina in una vera e propria trance agonistica da non interrompere. All’indomani della vittoria nell’andata delle semifinali Play Off, Lucioni e compagni non hanno staccato la spina e son subito partiti alla volta dell’umbria in vista dell’atto secondo che vale una finale da sogno. L’1-0 firmato Chibsah “condanna” il Perugia alla vittoria, ma resta in bilico il passaggio del turno aperto ad ogni esito. Al “Vigorito” i 90 minuti in più sulle gambe dei giallorossi son emersi nella gestione della gara ed il tour de force obbligherà Marco Baroni a cambiare qualche pedina nel proprio scacchiere, anche in vista di un Perugia che assumerà un atteggiamento diverso in campo, probabilmente partendo con un tridente più offensivo con Nicastro e Guberti ai lati di Di Carmine. Sabato il tecnico toscano ha confermato in blocco la formazione che aveva battuto lo Spezia della quale avrebbe sostituito il solo Gyamfi poi titolare per l’attacco febbrile che aveva colto Lorenzo Venuti. Proprio il terzino della Fiorentina dovrebbe partire dalla destra, mentre resterebbe in piedi il ballottaggio Camporese-Padella, ma con poche possibilità di veder Baroni cambiare la metà della linea a quattro. Le scelte a centrocampo dipenderanno proprio dall’interpretazione della gara, a prescindere non è da escludere una mediana tutta muscoli con Del Pinto e Chibsah, anche se resta difficile toccar Viola in questo momento, mentre appar probabile l’inserimento di Fabrizio Melara dal primo minuto al posto di uno tra Eramo e Puscas. Osservato speciale Amato Ciciretti, reduce da una distorsione alla caviglia ma per il quale potrebbe esser riservato qualche minuto, magari a gara in corso. C’è da aspettarsi almeno un cambio per reparto, in quello che comunque dovrebbe esser confermato 4-2-3-1, quasi a specchio rispetto ad un Perugia che parte 4-3-3 ma con Dezi ago della bilancia tattica e spesso ad agire tra le linea in un assetto che si sistema a specchio nella fase di possesso. Baroni lo ha già accennato nel post gara di sabato, tra la necessità di dover gestire le risorse e la voglia di chi scalpita per ritagliarsi la propria fetta. Sarà prima di tutto una partita a scacchi, dove la pari gara d’andata riequilibrerà leggermente i tempi di recupero differenti che invece sono emersi nella partita d’andata. Per la prima volta in questi spareggi promozione il Benevento avrà a che fare con una cornice dai colori non giallorossi, ma accompagnato in Umbria da circa 2000 sanniti.


Pubblicato il:29 Maggio 2017 alle 12:04 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *