La stagione è ormai segnata, ma quest’ultimo scorcio di campionato assume per il Benevento un significato futuribile, proiettato già alla Serie B che sarà. La Strega con il Verona ha rialzato la testa, Roberto De Zerbi ha riservato anche contro i gialloblu l’ormai mossa a sorpresa con un inaspettato attacco di peso ed affidandosi alla “vecchia guardia” in mediana con la coppia ben assortita Viola-Del Pinto. Geometrie e dinamismo per padroneggiare nella zona nevralgica del campo, mossa vincente. L’uno ha ispirato, l’altro assicurato la solita quantità a supporto della difesa e sfiorando anche il gol con una conclusione al terzo minuto.

Questi ultimi appuntamenti serviranno alle parti (società, staff e giocatori) per riflettere sul prossimo progetto ed intanto proprio due protagonisti della cavalcata della scorsa B hanno già risposto presente. 74 presenze con la casacca giallorossa per l’abruzzese, 33 per l’ex Novara ed i primi segnali di voler continuare questo matrimonio. Lo smantellamento dello spogliatoio della scorsa estate ha inferito e non poco sulla mentalità e l’identità di questa squadra, ha provato poi a correre ai ripari la società a gennaio, quando ormai però era tutto già ampiamente compromesso. Djuricic, Guilherme e Diabatè le note liete, Sandro e Sagna valori aggiunti, Brignola il talento, ma a suonare la carica anche due reduci che sembrano aver mantenuto quello spirito battagliero che era appartenuto al gruppo di Ceravolo e compagni. La società sta iniziando a pensare alla prossima stagione, il primo nodo da sciogliere sarà quello dell’allenatore, poi passeranno le valutazioni sul quadro dirigenziale da integrale magari con una nuova figura al fianco del confermato Pasquale Foggia. Si passerà poi alle questioni tecniche per una rosa che sarà comunque rivoluzionata ma con la certezza di poter ripartire da punti fermi, dal rientro di Fabio Lucioni (corteggiato comunque in SerieA), alla certezza di una mediana di sicuro valore. Dal passato al futuro: Del Pinto-Viola protagonisti con Chibsah e Buzzegoli lo scorso anno, potrebbero essere i nuovi perni. Hanno risposto sul campo, ma anche con un atteggiamento mai fuori le righe e sempre professionale. Aspetto non da poco e per nulla scontato, specie per una squadra ultima in classifica. Una “coppia a scadenza”, entrambi legati al club sannita con contratti fino a giugno 2019. Aspetto che sarà affrontato nelle prossime settimane, blindarli per ripartire da una sicura colonna vertebrale.

Nel video l’intervista con Lorenzo Del Pinto nel post Benevento-Verona

Lascia una risposta