E’ in Primavera, ma sotto la pioggia emiliana, che il Benevento riesce a sbloccare la casella di punti in trasferta, quando contano solo per evitare negativi record. Al Mapei i giallorossi mettono il Sassuolo alle strette, ma pagando sempre le solite disattenzioni in difesa. Sul tabellino per il 2-2 finale le due doppiette Diabatè-Politano, che insieme avevano firmato i momentanei vantaggi delle rispettive formazioni: il maliano ha aperto e chiuso con l’estro di mezzo dell’unico calciatore che di fatto ha creato problemi alla squadra sannita. Il maliano sotto porta è infallibile, sigla la terza doppietta consecutiva e migliora ancora più la sua media realizzativa con il settimo sigillo stagionale. Djuricic è il surplus, mentre ha provato a giocarsi la sua chance Cataldi con un Iemmello ancora opaco nella gara dell’ex.

Iachini concede una chance dal primo minuto a Babacar con Politano alle sue spalle nel 3-5-2 confermato. De Zerbi gestisce risorse in vista dei condensati impegni settimanali con Iemmello alle spalle della punta e Brignola dalla panchina.

I TEMPO – Avvio dai ritmi blandi da parte di entrambe le formazioni. Il primo sussulto è di marca neroverde: palla in profondità di Missiroli per Cassata, non scappa la difesa che tiene in gioco l’avversario, fuori misura il pallonetto che termina solo sulla parte superiore della rete. Passano quattro minuti, ancora una dormita generale della difesa che agevola l’involata di Politano che prova il destro a giro, di un soffio fuori dallo specchio. La risposta del Benevento arriva al minuto 22 ed è subito letale: Djuricic con il tacco innesca Diabatè, delizioso il suo tocco sotto che scodella palla alle spalle di consigli. Un gol bellissimo, ma nell’azione i giallorossi perdono Guilherme per l’entrataccia di Acerbi. A 7 dal termine di frazione è la stessa combinazione, ma a parti invertite che potrebbe chiudere i conti, ma Djuricic si allunga troppo il pallone e Consigli glielo soffia. Dal possibile raddoppio al pareggio del Sassuolo, si lascia infilare ancora la difesa sullo scatto di Babacar, palla dentro per il piattone di Politano che non sbaglia. Un minuto dopo gli ospiti avrebbero la nuova occasione per andare in vantaggio in ripartenza: Rogerio sbaglia l’allegerimento, ma Brignola non riesce a servire Diabatè al centro dell’area. Il primo tempo termina con un’azione davvero dubbia sulla combinazione Djuricic-Tosca. Il difensore viene abbattuto quasi all’ingresso dell’area da Magnanelli, ma anche dopo il silent-check al VAR confermano la decisione del direttore di gara con un calcio di punizione che poi non porterà a nulla.

II TEMPO – Il primo squillo della ripresa è dei padroni di casa con lo stacco di testa di Babacar che non trova lo specchio dopo l’ottima scelta di tempo. Il Benevento è padrone del campo, ma la manovra avvolgente non trova mai varchi. Dietro invece le solite aperture che lasciano praterie agli avversari, quelli che Babacar tra le linee usa per mettere in moto Politano che con un delizioso tocco sotto supera Puggioni per il vantaggio. Il Benevento però reagisce subito ed il gol del pareggio arriva al 28′: Sandro pesca l’ottimo filtrante per Cataldi che serve su un piatto d’argento il gol per quell’attaccante sempre al posto giusto nel momento giusto. Terza doppietta consecutiva per Diabatè al settimo gol in campionato. Prende coraggio il Benevento che passato un minuto sfiora anche il nuovo vantaggio con la conclusione da fuori di Brignola, a Consigli battuto, ma di un soffio al lato. Il Benevento spinge alla ricerca del terzo gol, ma manca sempre del tocco vincente. Brignola sciupa un paio di occasioni clamorose, la prima incaponendosi troppo col dribbling, nella seconda senza trova la porta con il colpo di testa. E’ il primo punto in trasferta per il Benevento ancora dalle doppie facce: pericoloso avanti, distratto dietro.

Sassuolo (3-5-2): Consigli (77′ Pegolo); Dell’Orco, Acerbi, Peluso; Rogerio, Cassata, Missiroli (69′ Mazzitelli), Magnanelli (61′ Berardi), Adjapong; Politano, Babacar. A disposizione: Marson, Lemos, Biondini, Matri, Pierini, Frattesi, Duncan, Ferrini, Ragusa. Allenatore: Iachini.

Benevento (4-2-3-1): Puggioni; Letizia (86′ Venuti), Tosca, Djimsiti, Sagna; Sandro, Cataldi; Djuricic, Iemmello (65′ Parigini), Diabatè, Guilherme (Brignola). A disposizione: Brignoli, Del Pinto, Coda, Viola, Gyamfi, Venuti, Billong, Sanogo, Volpicelli, Sparandeo, Brignola. Allenatore: De Zerbi.

Arbitro: sig. Gavillucci di Latina

Marcatori: 22′, 73′ Diabatè, 41′, 64′ Politano

Ammoniti: 4′ Peluso (S), 23′ Acerbi (S), 50’+1 Magnanelli (S), 71′ Sandro (B)

Lascia una risposta