breaking news

Avellino, il ricorso respinto per un comunicato. E la società non si ferma…

31 luglio 2018 | by Alberto Tranfa
Avellino, il ricorso respinto per un comunicato. E la società non si ferma…
Avellino calcio
0

Sono le 16:10 del 31 luglio 2018 e il Collegio di Garanzia del Coni emette il suo verdetto: respinto il ricorso dell’Avellino contro l’esclusione dal campionato di Serie B. La sentenza sa di beffa: cosi come si legge dal comunicato ufficiale all’Avellino viene riconosciuto il possesso dei requisiti di idoneità e sostenibilità finanziara, ma ad essere determinante è stata la mancata impugnazione nei termini previsti del regolamento. In sostanza Secondo il Collegio di Garanzia l’Avellino avrebbe dovuto impugnare il comunicato n49 del 24 Maggio 2018 contenente i parametri per il rilascio della Licenza Nazionale entro il 24 giugno, ma in quel momento la società irpina non aveva interesse a ricorrere in quanto il problema con la fideiussione non era ancora sorto. Una situazione paradossale:
Terminato il percorso giudiziario sportivo, ora le speranze del club biancoverde seguiranno la via amministrativa con la possibilità di ricorrere al TAR Lazio. Al tribunale amministrativo la società inoltrerà una richiesta di sospensiva del provvedimento di esclusione del campionato in attesa del verdetto. Nel caso venga accolta, e dovrebbe avvenire in tempi brevi, la sentenza definitiva sul futuro dell’Avellino potrebbe arrivare entro la fine di questa settimana. Una fiammella che tutto Avellino vuole tenere accesa fino all’ultimo minuto disponibile.

E l’Avellino comunica che si affiderà al Tar

L’U.S. Avellino prende atto della decisione del Collegio di Garanzia dello Sport del Coni che, pur riconoscendo che questa società è in possesso dei requisiti di idoneità e sostenibilità finanziaria necessari per l’iscrizione al campionato, ha respinto il ricorso. 

Consapevole di aver fatto tutto il possibile e nella piena convinzione della fondatezza delle ragioni esposte dinanzi al Collegio di Garanzia, questa società continuerà la propria azione in tutte le ulteriori sedi giudiziarie.


Pubblicato il:31 luglio 2018 alle 7:24 pm

Comments are closed.