breaking news

Palermo-Benevento: 0-0. La Strega se ne torna con un punto di cuore e carattere

30 novembre 2018 | by Domenico Passaro
Palermo-Benevento: 0-0. La Strega se ne torna con un punto di cuore e carattere
Benevento calcio
0

Il Benevento porta via un punto dalla tana della capolista al termine di una gara di personalità e sofferenza. Prima qualità nell’avvio, in quei 45 minuti dove la squadra di Bucchi osa e crea, sciupando con Coda anche qualche occasione di troppo. Nella ripresa escono fuori i rosanero e tra le difficoltà anche dei cambi forzati esce fuori quella capacità di soffrire che il tecnico aveva chiesto ai suoi. E’ un pareggio che dà seguito alla ritrovata vittoria e senza subir gol, seppur senza andare a segno, cosa mai accaduta prima d’ora. E’ un Benevento oggettivamente in netta ripresa, molto più compatto a cui manca ancora quel briciolo di cinismo.

Bucchi conferma il 3-5-2 e dieci undicesimi della squadra che ha battuto il Perugia con il solo rientro di Maggio e corrispettivo dirottamente di Letizia a sinistra. Stellone punta su Murawski in mezzo al campo con Falletti in panchina e con Puscas in attacco in tandem con Nestorovski

I TEMPO – Approccio alla partita di personalità dei giallorossi. Al sesto comincia la partita personale di Coda con il primo squillo dal limite, dopo un bel dribbling, destro alto. Al 26′ ci prova di testa l’attaccante, ancora una volta senza trovare lo specchio. Soffia palla al limite dell’area ancora Massimo Coda che penetra per il sinistro che finisce solo sull’esterno rete. Per la prima occasione dei padroni di casa bisogna aspettare il 40′: Nestorovki ruba il tempo a Di Chiara e calcia, sparando alto. Esce fuori il Palermo ancora in break, prova il diagonale Haas, devia Montipò. Si chiude a reti inviolate la prima frazione, dopo una buona parte controllo giallorosso.

II TEMPO – Si mette però subito in salita la ripresa perché Bucchi è subito costretto a due sostituzioni che obbligano al cambio tattico. Fuori prima Viola e poi Letizia per una brutta botta con Buonaiuto e Ricci dentro e Benevento che passa al 4-4-2. Ci prova il Palermo ma al quarto d’ora è pericoloso ancora Coda di testa: la confezione bene Di Chiara, ma non schiaccia quanto deve l’attaccante, ancora una volta fuori dalla porta. Da corner la sponda di Volta ed ancora la testa di Coda, con un po’ di difficoltà Brignoli in angolo. I nuovi esterni danno vivacità alla manovra: soffia palla Buonaiuto che inizia l’azione che poi va a concludere col taglio dopo l’imbeccata di Ricci ma vola Brignoli. Il Benevento sembrerebbe avere il gol nelle corde, ma a otto dal termine Trajkovski grazia gli avversari calciando alle stelle un rigore in movimento dopo l’errore di Billong. L’occasione motiva i padroni di casa che ci provano dopo un minuto con Jajalo a colpo sicuro, si immola Volta. In pieno recupero si riversa con coraggio avanti Buonaiuto dopo la scodellata di Asencio, salva ancora Brignoli. Chiude poi in sofferenza la squadra giallorossa, ma porta a casa un punto sudato all’ultimo, ma che lascia anche qualche rammarico per le occasioni del primo tempo.

Palermo (4-3-1-2): Brignoli; Aleesami, Bellusci, Raikovic, Salvi (82′ Rispoli); Murawski (65′ Falletti), Jajalo, Haas; Traikovski; Nestorovski, Puscas (89′ Moreo). A disposizione: Accardi, Chochev, Embalo, Fiordilino, Ingegneri, Mazzotta, Pirrello, Pomini, Rispoli, Szyminski. Allenatore: Stellone.

Benevento (3-5-2): Montipò; Di Chiara, Billong, Volta; Letizia (53′ Ricci), Bandinelli, Viola (47′ Buonaiuto), Tello, Maggio; Asencio, Coda. A disposizione: Puggioni, Gori, Antei, Cuccurullo, Filogamo, Gori, Gyamfi, Sparandeo, Volpicelli. Allenatore: Bucchi.

Arbitro: Sig. Abbattista di Molfetta.

Marcatori: 

Ammoniti: 26′ Jajalo (P), 56′ Raikovic (P), 63′ Billong (B), 72′ Salvi (P), 80′ Maggio (B)


Pubblicato il:30 novembre 2018 alle 11:00 pm

Comments are closed.