breaking news

Benevento-Venezia: 3-0. Insigne lancia la Strega, doppietta per il primo successo dell’anno

3 Febbraio 2019 | by Domenico Passaro
Benevento-Venezia: 3-0. Insigne lancia la Strega, doppietta per il primo successo dell’anno
Benevento calcio
0

Alla prima casalinga del nuovo anno la Strega trova anche la prima vittoria del 2019. Ritmo e pressing, le caratteristiche che chiedeva Bucchi, trovando la risposta dei suoi. Il Venezia a coprirsi, il muro era durato un solo tempo, poi nella ripresa a sbloccarla chi la stava quasi giocando da solo: Roberto Insigne. Il gol del napoletano ridistende i giallorossi, in superiorità numerica anche per gli ultimi 10 minuti. In quelli che il Venezia lascia praterie, quelle che ingolosiscono proprio il fantasista napoletano per lanciare il compagno. Bandinelli si procura il rigore, lo trasforma Coda che va in doppia cifra nel raddoppio che blinda i tre punti. L’ex Perugia ricambia al compagno napoletano, autentico protagonista di giornata con la doppietta. Bucchi sorride non solo per il gioco prodotto, ma per una rosa finalmente completa e piena zeppa di scelte. La Strega approfitta dei rallentamenti di sopra per accorciare e superare in un colpo Spezia ed Hellas. Ma a fermarsi, poi, non sarà la squadra sannita che il turno di riposo lo ha già sostenuto: sarà tutto in volata.

Bucchi lancia Crisetig dal primo minuto davanti la difesa e lascia in panchina Tello, affidandosi per il resto al solito blocco con Buonaiuto mezzala. Debutto anche per Bocalon tra gli arancioneroverdi con Rossi ad agire alla sue spalle nello schieramento praticamente a specchio disegnato da Zenga.

I TEMPO – Il Benevento comincia con il piede premuto subito sull’acceleratore e schiaccia sin dalle prime battute gli avversari. La prima occasione è al minuto 13, il cross dalla sinistra arriva bene ad Insigne che col sinistro, però, di prima battuta non riesce a tener bassa la sfera. La squadra giallorossa è in palla, pressa a tutto campo e cerca di colpire in velocità gli avversari. Al 27esimo Segre sgambetta Insigne che tentava il rientro: punizione dai 20 metri. Sulla sfera è lo stesso napoletano che disegna la pennellata, deviata in corner da Vicario, sotto la Sud che incita. Alla mezzora alla prima vera sbavatura in difesa, rischia di colpire il Venezia: fallo fuori area, proseguono gli arancio neroverdi nel batti e ribatti che prova a sfruttare Rossi, depositando, ma in fuorigioco. A cinque dal termine ci riprovano ancora i padroni di casa: Insigne dalla destra disegna il cross, ottima scelta di tempo per lo stacco aereo di Coda che schiaccia e non trova lo specchio di un soffio. Stesso esito la conclusione mancina ed un po’ legnosa da interno area di Improta, stavolta radente al palo alla destra di Vicario. Chiudono in forcing i giallorossi, ancora un flipper e quando non c’è il muro avversario è il palo a dire di no a Volta. Buona intensità, pecca di precisione la squadra di Bucchi che avrebbe meritato di sbloccare la frazione.

II TEMPO – Nel primo quarto d’ora giallorossa è la sola battuta da fuori di Di Chiara, risponde Bocalon di testa, ma senza riuscire ad abbassare il pallone dopo il cross di Domizzi. Ci prova al minuto 13 mettendosi in proprio Buonaiuto, ma il destro a giro è ancora impreciso. Il Benevento merita il gol e la porta la trova finalmente al 18esimo con la battuta precisa di Roberto Insigne, ancora decisivo con il suo quarto sigillo, il sesto stagionale. Il gol distende la Strega che rialza nuovamente i ritmi, Bucchi mette Gyamfi, Zenga aumenta il peso offensivo con Vrioni. E risponde così subito la formazione di Zenga, sfiorando il pareggio dagli sviluppi di corner con la bordata dal limite di Domizzi, di poco alto. Ci prova a dieci dal termine ancora il Venezia da punizione con la battuta che coglie in pieno volto Tello. Reclamano l’interruzione i giallorossi, proseguono gli avversari che poi perdono la testa. Nelle proteste non basta il giallo a Domizzi che prosegue, probabilmente con qualche parola di troppo, che gli costa il rosso diretto. Nonostante l’inferiorità numerica continua a premere il Venezia, si addormenta Volta che lascia sgusciare Bocalon per incrociare col mancino, risponde Montipò. Lasciano praterie, le sfrutta Insigne che lancia in area Bandinelli, la scivolata di Bruscagin che prende in pieno l’avversario e non ha dubbi Nasca per il calcio di rigore. Dal dischetto trasforma per il raddoppio Massimo Coda che la chiude e fa 10 in campionato. C’è spazio in pieno recupero anche per la doppietta del protagonista di giornata: Roberto Insigne che di testa cala il tris. Ecco il primo successo del 2019, il Benevento lo trova tra le mura del “Vigorito”.

Benevento (3-5-2): Montipò; Di Chiara, Antei, Colta; Improta (64′ Gyamfi), Bandinelli, Crisetig (75′ Del Pinto), Buonaiuto (69′ Tello), Letizia; Insigne, Coda. A disposizione: Gori, Zagari, Viola, Tuia, Costa, Gyamfi, Ricci, Asencio, Armenteros, Caldirola. Allenatore: Bucchi.

Venezia (3-5-2): Vicario; Domizzi, Coppolaro, Modolo; Bruscagin, Zannaro (64′ Schiavone), Besea (75′ Pinato), Segre, Zampano; Rossi (66′ Vrioni), Bocalon. A disposizione: Facchin, Lezzerini, Bentivoglio, Suciu, St. Clair, Mazan, Lombardi, Cernuto, Garofalo. Allenatore: Zenga.

Arbitro: Sig. Luigi Nasca di Bari (Tardino di Milano – Affatato di Vco. IV: Meleleo di Casarano)

Marcatori: 63′ Insigne, 89′ Coda (rig.), 90’+5 Insigne

Ammoniti: 27′ Segre (V), 43′ Volta (B), 80′ Domizzi (V),

Espulso: 81′ Domizzi


Pubblicato il:3 Febbraio 2019 alle 4:56 pm

Comments are closed.