breaking news

Salernitana-Benevento: 0-1. La Strega sfata il tabù: dopo 43 anni i tre punti all’Arechi

8 Febbraio 2019 | by Domenico Passaro
Salernitana-Benevento: 0-1. La Strega sfata il tabù: dopo 43 anni i tre punti all’Arechi
Benevento calcio
0

Tabù sfatato. Dopo 43 anni la Strega torna di nuovo da Salerno i con tre punti in tasca (prima volta all’Arechi), preziosissimi e, forse, quelli della definitiva svolta. Il quarto successo esterno è una notevole accelerata in classifica, uno sprint che porta momentaneamente il Benevento a due punti dal secondo posto e a meno tre dalla vetta. L’autogol di Micai vale la seconda vittoria consecutiva e senza incassar gol, il settimo risultato utile ed sempre maggiori consapevolezze. Avvolta nella contestazione la Salernitana, che pur ha accennato ad una reazione d’orgoglio, pareggiata nell’aggressività da Letizia e compagni con quella brillantezza di gamba poi non sempre sfruttata negli ultimi metri. La Strega è lanciata, il derby può essere la vera svolta del campionato.

Bucchi lancia Caldirola al debutto nel terzetto difensivo con Del Pinto a dare sostanza al centrocampo senza Bandinelli (febbricitante) e con Tello in panchina non al top. La prima per Coda da ex all’Arechi con Insigne ad innescarlo. 3-4-2-1 della Salernitana con l’esordio granata dell’ex Lopez ed i due Anderson alle spalle di Jallow.

I TEMPO – Come previsto da Bucchi, l’avvio dei padroni di casa è subito aggressivo ma la prima occasione è di marca giallorossa: al decimo Insigne premia l’inserimento di Improta che incrocia col mancino senza trovare lo specchio. Risponde al minuto 23 la Salernitana con lo stacco di Andrè Anderson, si ritrova la palla Montipò tra le braccia. Passa un minuto ed il Benevento sfiora il gol: lavora bene palla Coda per Buonaiuto che difetta nel controllo e prova ad anticipare con la punta. Risponde alla grande Micai. Di un soffio sopra la traversa anche il colpo di testa di Coda, è una buona fase per i sanniti. Tempo di marca giallorossa con una nuova occasione a cinque dal termine: Coda tira direttamente sulla barriera da punizione, ma sulla respinta non si fa pregare Letizia che calcia al volo, risponde Micai in corner.

II TEMPO – Comincia schiacciando anche nella ripresa la squadra sannita che dopo appena quattro minuti la sblocca in maniera fortunosa: Insigne confeziona a tagliare col mancino sul secondo palo, esce Micai che devia da solo in fondo al sacco. Correi ai ripari Gregucci che mette fantasia con Rosina e passa a quattro dietro per tentare la reazione. Si aprono spazi per i giallorossi, all’ora di gioco Insigne in contropiede serve Coda a tu per tu con Micai, ma l’attaccante si divora clamorosamente l’occasione del raddoppio. Il tecnico della Salernitana si gioca a dieci dal termine anche la carta Calaiò che ci mette pochissimi minuti per gonfiare la rete, ma da posizione di fuorigioco. Provano il forcing i padroni di casa, tengono i giallorossi soffrendo ma senza concedere e sciupando anche in ripartenza. 5 minuti di recupero da far scorrere per un successo preziosissimo, e non solo per il derby.

Salernitana (3-4-2-1): Micai; Gigliotti, Migliorini, Perticone (57′ Rosina); Lopez, Di Tacchio (75′ Di Gennaro), Minala, Casasola; A. Anderson (79′ Calaiò), D. Anderson; Jallow; A disposizione: Vannucchi, Pucino, Bernardini, Mantovani, Di Gennaro, Vuletich, Memolla, Schiavi, Orlando, Mazzarni. Allenatore: Gregucci.

Benevento (3-5-2): Montipò; Caldirola (85′ Tuia), Antei, Volta; Improta, Buonaiuto, Crisetig, Del Pinto (80′ Viola), Letizia; Insigne, Coda (87′ Armenteros). A disposizione: Gori, Zagari, Di Chiara, Tello, Maggio, Gyamfi, Goddard, Ricci, Asencio.

Arbitro: Sig. Eugenio Abbattista di Molfetta.

Marcatori: 49′ Micai (aut.)

Ammoniti: 23′ Coda (B), 26′ Lopez (S), 39′ Minala (S), 75′ Volta (B)


Pubblicato il:8 Febbraio 2019 alle 11:01 pm

Comments are closed.