breaking news

Benevento-Spezia: 2-3. La Strega affonda ancora: Strega in crisi

16 Marzo 2019 | by Domenico Passaro
Benevento-Spezia: 2-3. La Strega affonda ancora: Strega in crisi
Benevento calcio
0

Il ritorno al “Vigorito” doveva essere la prova scaccia crisi, ma il Benevento cade nel terzo KO consecutivo che alimenta ancor più dubbi. Alla vigilia Bucchi aveva richiamato alla calma e scongiurato ipotesi di una crisi che, invece, sul campo è evidente in mentalità e gioco. Lo Spezia con tre folate purga altrettante volte Montipò e quando alza i giri fa saltare la difesa giallorossa inceppata e disattenta. Eppure, la squadra sannita aveva risposto subito al gol di Ricci e poi avuto l’occasione di andare in vantaggio dal dischetto. Coda sbaglia per la terza volta dagli undici metri, Bucchi sceglie Armenteros ed altera gli equilibri a centrocampo quando, probabilmente, era ancora troppo presto. Ne approfittano i Bianchi, Da Cruz per il vantaggio e poi il punto del solito nigeriano. Nel finale avanti più sulla disperazione accorcia le distanze Armenteros, quando ormai era troppo tardi e sotto anche dal punto di vista numerico in campo per l’espulsione di Volta. La terza sconfitta di fila rischia in questa fase di abbandonare ogni speranza dei primi due posti, anzi la Strega ora deve iniziarsi a guardare alle spalle e blindare i Play Off. Ora la sosta, saranno 15 giorni di pressioni da dover gestire per una squadra che rischia un brutto ulteriore contraccolpo psicologico.

Bucchi si riaffida a tre solidi di difesa e cambia nuovamente il centrocampo con Tello e Bandinelli ai lati di Crisetig. Ridisegna il tridente del 4-3-3 Marino con Da Cruz e Vignali esterni con Okereke riferimento dinamico.

I TEMPO – Primo giro di lancette e prime conclusioni, subito Mora da fuori che non inquadra, ma l’azione pericolosa è quella dei giallorossi che sfiorano subito il vantaggio. Lamanna risponde al tiro da fuori di Tello, sulla ribattuta incrocia Improta e ci vuole ancora la deviazione in corner del portiere per scongiurare il rischio. Parte subito forte la formazione di Bucchi. Al settimo prova a piazzarla con un calcio di punizione dal limite Insigne, ma l’attaccante apre troppo l’interno. L’avvio è solo fuoco di paglia, perché i movimenti offensivi della squadra giallorossa sono prevedibili. Alla mezz’ora si presentano in avanti gli ospiti con un grande combinazione Mora-Bartolomei che libera dentro Okereke. Il nigeriano brucia Caldirola e costringe Montipò all’uscita rovinosa che costa il calcio di rigore. Grande azione dello Spezia, ingenua e troppo statica la retroguardia sannita. Dal dischetto Ricci piazza sotto l’incrocio e porta i Bianchi in vantaggio. La reazione dei padroni di casa, però, è immediata e dopo due minuti Insigne ristabilisce la parità: dalla destra Letizia la mette larga per il colpo di testa di Improta a rimorchio. Ci sarebbe un tocco di mano di Vignali in piena area, ma nel batti e ribatti la risolve proprio l’attaccante giallorosso che scongiura ogni dubbio e sigla il suo sesto gol in campionato. Continua a giocare il Benevento: Insigne dal fondo piazza sul secondo palo per il colpo di testa di Coda che, in precario equilibrio, trova solo la parte superiore della traversa. La frazione la chiude in crescendo la formazione di Bucchi: a due dal termine Crisetig mette ordine ed allarga per la corsa di Letizia. L’esterno brucia Augello e libera la staffilata, risponde Lamanna.

II TEMPO – La ripresa si potrebbe subito mettere bene per i padroni di casa: al terzo minuto nella mischia del corner Caldirola viene strattonato da De Col e Giua indica ancoralo stesso dischetto. Stavolta dagli undici metri Massimo Coda che apre troppo il piattone e non inquadra lo specchio, divorando il secondo rigore consecutivo, il terzo in stagione. Prova subito a riscattarsi il numero 9 che mette a sedere un avversario per piazzare col destro, ma la conclusione viene deviata. Bucchi aumenta il peso offensivo, ma la sua squadra viene ancora punita da una combinazione avversaria: Okereke mette il gran filtrante per Da Cruz che fulmina Montipò e riporta i suoi in vantaggio. Prova subito a rispondere Improta, ma il suo sinistro è impreciso. Il Benevento si impalla, ne approfitta ancora lo Spezia: Mora recupera palla, ancora dentro per Okereke che supera ancora il portiere e segna il tris. Bucchi ridisegna ancora i suoi e passa a quattro dietro con gli inserimenti di Di Chiara e Buonaiuto per un iperoffensivo 4-4-2. I padroni di casa vanno in forcing, gli esterni sfornano cross, ma sempre fuori misura e mai pericolosi. Piove sul bagnato per la squadra sannita che resta anche in inferiorità numerica nel finale per il doppio giallo a Volta, rimasto in campo con Antei invece fatto uscire. De Francesco va a calciare la punizione dal limite, risponde Montipò. I padroni di casa continuano ad attaccare e a due dal termine accorciano le distanze, palla dentro ad Armenteros che difende palla e supera Lamanna per il suo primo gol in questo campionato. E’ un gol che serve solo ad alimentare speranze nel finale, spente dalla scarsa lucidità che porta al terzo KO di fila. La Strega è in crisi.

Benevento (3-5-2): Montipò; Caldirola, Antei (70′ Buonaiuto), Volta; Improta (70′ Di Chiara), Bandinelli (63′ Armenteros), Crisetig, Tello, Letizia; Insigne, Coda. A disposizione: Gori, Zagari, Del Pinto, Viola, Maggio, Gyamfi, Ricci, Asencio, Vokic. Allenatore: Bucchi.

Spezia (4-3-3): Lamanna; Augello, Ligi, Terzi, De Col; Bartolomei (77′ Maggiore), Ricci, Mora; Da Cruz (84′ Pierini), Okereke, Vignali. A disposizione: Manfredini, Barone, Brero, Crivello, Galabinov, De Francesco. Allenatore: Marino.

Arbitro: sig. Giua di Olbia (Cangiano di Napoli – Capone di Palermo. IV: Vigile di Cosenza)

Marcatori: 32′ Ricci M., 34′ Insigne (B), 64′ Da Cruz, 67′ Okereke, 88′ Armenteros,

Ammoniti: 6′ Terzi (S), 31′ Montipò (S), 39′ Ricci (S), 40′ Caldirola (B), 62′, 84′ Volta (B), 72′ Mora (S), 88′ Okereke (S)

Espulso: 84′ Volta


Pubblicato il:16 Marzo 2019 alle 5:00 pm

Comments are closed.