breaking news

Benevento-Palermo: 1-2. Rosanero, profumo di A. La Strega sbatte contro Brignoli

14 Aprile 2019 | by Domenico Passaro
Benevento-Palermo: 1-2. Rosanero, profumo di A. La Strega sbatte contro Brignoli
Benevento calcio
0

Una vittoria che profuma di A per il Palermo e che spegne le speranze di promozione diretta per la Strega. 2-1 che brucia per un Benevento che fa la partita con il demerito di non capitalizzare le prime occasioni contro un Brignoli insuperabile. Alla prima sbavatura i padroni di casa vanno sotto, la firma è di Nestorovski, poi Puscas nella ripresa firma col gol dell’ex. Sono almeno dieci le nitide occasioni da gol, Brignoli ci arriva sempre, anche all’ultimo soffio sulla linea. Asencio la riapre, ma il suo sigillo arriva quando è troppo tardi, perché i rosanero tengono al forcing e si tengono stretti tre punti che rimettono in scia del Lecce e staccano proprio i sanniti. Esce fuori a testa alta il Benevento ma con un gran rammarico, Palermo cinico ed aggressivo, pronto a mettere il turbo verso la A.

I TEMPO – Squadre subito aggressive e primo squillo all’ottavo del Palermo con il bolide da fuori di Jajalo, respinge Montipò, poi ti testa Haas non trova la porta. Dopo quattro minuti risponde la Strega, cercando di approfittare di un malinteso in uscita di Brignoli, al limite dell’area lo anticipa di testa Coda, ma Aleesami recupera. Al quattordicesimo si fanno avanti ancora i padroni di casa: avvia la manovra Viola, allarga Ricci per sganciare Improta che rientra per armare il destro a giro. Traiettoria destinata allo specchio, ma vola Brignoli che si rifugia in corner. Sull’angolo è ancora decisivo l’estremo difensore che risponde sul piattone a botta sicura di Coda, batti e ribatti, si salva il Palermo. Recupera palla sulla trequarti e al ventesimo scalda il mancino anche Viola, buona la sua partenza. Ricci tra le linee mette in crisi i rosanero, di controbalzo dai 30 metri prova la prodezza con la sfera che si infrange sulla parte superiore della trasversa. Sfiora il gran gol. Ritmi intensi e continui capovolgimenti, in ripartenza tre contro tre, ribattuta la conclusione di Coda, poi prova a giro Ricci ma il sinistro è centrale. Tante occasioni sciupate dal Benevento, la paga la squadra di Bucchi a pochi minuti dal termine di frazione: Antei esce male sul filtrante di Jajalo, strada spianata a Nestorovski che la deve solo piazzare a tu per tu con Montipò per siglare il vantaggio. Al primo errore va sotto la squadra sannita, così si va negli spogliatoi.

II TEMPO – I giallorossi provano a tenere alti ritmi ed aggressività, Bucchi aumenta ancor più il peso offensivo con Asencio dentro per Ricci e passa ad un modulo con tre punte pure. Viola va da fuori con sinistro, risponde ancora Brignoli. Armenteros dietro le punte non dà brio, Bucchi cambia ancora con Insigne e Buonaiuto dentro. Proprio l’esterno di Terracina all’altezza del dischetto deve solo spingerla dentro, Brignoli salva miracolosamente con il piede in tuffo. Dal possibile pareggio al raddoppio dei rosanero: buco clamoroso sulla destra per la corsa di Puscas che va solo verso la porta per girare col destro alle spalle di Montipò ed è il gol dell’ex. Il Palermo le salva poi tutte, controllo e tiro di Coda dal cuore dell’area, ancora deviato. L’ex portiere giallorosso stasera le prende proprio tutte, anche il piatto ad incrociare di Maggio proprio sulla linea. Il gol che meritano i giallorossi arriva solo ad un minuto dal 90esimo con l’elevazione di Asencio che sorvola tutti e riaccende le speranze per il forcing.

Benevento (4-3-1-2): Montipò; Improta, Caldirola, Antei, Maggio; Bandinelli, Viola, Del Pinto (76′ Insigne); Ricci (61′ Asencio); Coda, Armenteros (76′ Buonaiuto). A disposizione: Gori, Letizia, Di Chiara, Tello, Tuia, Volta, Gyamfi, Crisetig, Vokic. Allenatore: Bucchi.

Palermo (4-3-1-2): Brignoli; Aleesami, Szyminski, Rajkovic, Salvi; Haas (85′ Pirrello), Jajalo, Murawski; Falletti (79′ Fiordilino); Nestorovski (78′ Puscas), Moreo. A disposizione: Pomini, Alastra, Rispoli, Accardi, Lo Faso, Trajkovski, Ingegneri, Mazzotta.

Arbitro: sig. Ghersini di Genova (Rossi di La Spezia – Grossi di Frosinone. IV: Di Martino di Teramo)

Marcatori: 42′ Nestorovski. 81′ Puscas, 90′ Asencio

Ammoniti: 53′ Haas (P), 61′ Jajalo (P), 66′ Caldirola (B), 73′ Bandinelli (B), 74′ Rajkovic (P), 77′ Salvi (B), 90’+2 Asencio (B),

 


Pubblicato il:14 Aprile 2019 alle 10:59 pm

Comments are closed.