breaking news

Benevento, Inzaghi: “Vittoria di maturità. Emozionante il ricordo di Ciro Vigorito”

30 Ottobre 2019 | by Domenico Passaro
Benevento, Inzaghi: “Vittoria di maturità. Emozionante il ricordo di Ciro Vigorito”
Benevento calcio
0

Il Benevento sfrutta al massimo l’occasione del turno infrasettimanale per gettarsi subito alle spalle il primo KO e riallungare il passo in vetta. Con pazienza e maturità la squadra sannita torna al successo battendo la Cremonese dell’ex Baroni. Il rotondo 4-0 di Pescara non aveva preoccupato Filippo Inzaghi, detto alla vigilia e ribadito proprio dopo la vittoria di stasera: “Il Benevento ha dominato. – ha detto l’allenatore – Sono molto contento perché è stata una grande dimostrazione di forza. Giocavamo contro una delle squadre migliori del campionato. All’inizio c’è stato un po’ di studio, ma la squadra mi è piaciuta anche per espressione di gioco. Nella ripresa speravo che accelerassimo e prendessimo il sopravvento. La strada è questa, domenica ci aspetta una nuova partita importante. La prestazione con il Pescara non era stata ottimale, ma il risultato ha comunque tratto in inganno, probabilmente non eravamo i soliti. Sapevo che la squadra non avrebbe risentito di quelle scorie. E’ stata una serata emozionante anche per il ricordo di Ciro Vigorito, che non conoscevo, ma conoscendo il presidente posso immaginare di che spessore fosse”.

Su Coda che finalmente si è sbloccato: “Per me non contava nulla il mancato gol. Gli attaccanti sacrificandosi sono stati sempre gli artefici del primo tempo. Anche gli esterni danno tutto, hanno l’atteggiamento giusto. Sono contento per Massimo, ma al tempo stesso non ero preoccupato”.

Verso la gara con l’Empoli, ma Inzaghi ci penserà domani: “Spero che ci sia uno stadio pieno. Almeno stasera non ci penso, mi godo questa vittoria contro un avversario che temevo. Bisogna ricaricare le batterie, ci sarà qualche cambiamento ma guardando la panchina qui sono molto tranquillo”.


Pubblicato il:30 Ottobre 2019 alle 9:44 pm

Comments are closed.