breaking news

Benevento, buon test con l’Equipe Salerno

6 Settembre 2015 | by Gianluca Napolitano
Benevento, buon test con l’Equipe Salerno
1^ Squadra
0

Buon test per i giallorossi di mister Auteri contro i calciatori disoccupati dell’Equipe Soccer Salerno che per circa 60 minuti hanno impegnato l’undici sannita schierato con il consueto 3-4-3.  Si inizia quindi a dare una fisionomia più  verosimile a quello che sarà  il Benevento di questo inizio di campionato, terminate le sperimentazioni e  le due squadre diverse schierate nelle 24 ore, la formazione schierata oggi sul terreno di Paduli, crediamo si avvicini quantomeno per diversi elementi a quella che esordirà nella seconda giornata sul campo di Rieti contro la Lupa Castelli.  È  una nostra impressione sia chiaro, ma a parte Gori che sarà  out nelle prime giornate, la difesa con Padella Lucioni e Bonifazi, sia sul piano fisico che su quello tecnico tattico assicura abbastanza solidità  e fisicità.  A centrocampo De Falco e Del Pinto sono sembrati ben assortiti con l’ex Bari, anche se non ancora al meglio, sempre abbastanza lucido nelle giocate ed autore anche di una bella segnatura. Sugli esterni sono nettamente migliorate le condizioni fisiche di Melara, apparso voglioso e ben predisposto al lavoro di copertura e ripartenza. Sull’out opposto in assenza di Mazzarani e Som, Enrico Pezzi ha come sempre svolto a pieno il proprio compito riconfermandosi il prezioso jolly della passata stagione. Le sorprese e le indicazioni migliori sono emerse dal tridente d’attacco formato da Mazzeo, Campagnacci e dal giovane ma concreto Di Molfetta. Tre calciatori molto dotati tecnicamente che hanno spesso dialogato nello stretto, scambiandosi continuamente le posizioni e non dando mai punti di riferimento agli avversari, il tutto condito da 5 reti in tre che non guasta mai. Positiva nella seconda frazione anche la mezz’ora di Ciciretti subentrato al posto del giovane milanese. Concludendo un Benevento apparso sicuramente più  brillante dal punto di vista fisico di quello ammirato nelle precedenti uscite, con il minutaggio nelle gambe cresciuto di diversi minuti. Anche l’intesa tra i vari reparti è  apparsa migliorata grazie in particolare al lavoro  dei centrocampisti, se poi aggiungiamo che non hanno preso parte alla gara calciatori del calibro di Mucciante, Mazzarani, Marano, Troiani, Marotta e Cissé, il futuro appare incoraggiante. Manca ormai poco per verificare queste nostre, al momento, solo  semplici sensazioni.


Pubblicato il:6 Settembre 2015 alle 10:01 am

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *