breaking news

Foggia – Benevento, li abbiamo visti così…

30 Gennaio 2016 | by Gianluca Napolitano
Foggia – Benevento, li abbiamo visti così…
1^ Squadra
0

GORI: Se il Benevento termina  il primo tempo sullo 0 a 0 il merito è suo.  Para al 22’ il rigore calciato da Agnelli e subito dopo nega il goal a Gigliotti. Peccato per quella punizione beccata da 30 metri, ma si riscatta dopo poco su Iemmello. E’ tornato Batman. VOTO 7,5.

PADELLA: Per lui circa un’ora tutto sommato sufficiente. Tiene bene la zona di competenza anche perché è ben supportato da Melara che gli da una grossa mano in fase difensiva. VOTO 6.

LUCIONI: Qualche indecisione di troppo nella prima frazione, quando la squadra sbanda pur senza scomporsi. Dopo lo svantaggio prova qualche sortita in avanti sui calci piazzati. Si fa rispettare da arbitro ed avversari da vero capitano. Ammonito per proteste.  VOTO 6,5.

PEZZI: Dalle sua parti il Foggia nel primo tempo fa male, ma non è solo colpa sua. Nella ripresa va decisamente meglio, anche se è stranamente troppo nervoso fino a rischiare il rosso. VOTO 6.

MELARA: Supporta bene Padella e spinge anche in avanti e non è un caso che dalla parte destra nascono le azioni più pericolose del Benevento, in ultimo il calcio di rigore. In ottima forma. VOTO: 6,5.

DE FALCO:  Fatica a trovare le distanze con Angiulli ed è costretto a commette troppi falli nella zona mediana. Da’ comunque l’anima  fino alla fine anche quando resta l’unico centrocampista. In crescita rispetto alla scorsa gara. VOTO: 6,5.

ANGIULLI: Esordio dal primo minuto in una gara difficile non è stato proprio esaltante. Fatica a contenere i centrocampisti rossoneri e va spesso in difficoltà. Ma ha qualità e verrà fuori. VOTO: 5,5.

LOPEZ:   La sua esperienza gli permette di giocare una gara autoritaria vincendo quasi tutti i duelli con il dirimpettaio di turno. Prova anche due conclusioni pericolose verso Narciso. Grande personalità. VOTO. 7.

CICIRETTI: Nel primo tempo si preoccupa più a difendere che ad offendere, ma quando pigia sull’acceleratore fa male agli avversari come nell’occasione del calcio di rigore procuratosi. Ammonito per proteste. VOTO: 6,5.

CISSE’: Non ripaga la fiducia di Auteri che lo schiera dall’inizio, impalpabile inconsistente ed in più fa anche innervosire tecnico e compagni di squadra.  Non capiamo a questo punto il senso della sua permanenza nel Sannio. VOTO: 4.

MAZZEO: Parte bene, ha la testa per una partita come quella di Foggia ed alla fine viene premiato con il tiro dal dischetto che trasforma con tanta freddezza nonostante 12.000 fischi sul collo. Sarà l’uomo in più per il futuro?  VOTO: 7.

SUBENTRATI:

MAROTTA:  Entra al 57’ al posto di Padella e si piazza sulla sinistra dove combina poco. Diventa più fastidioso quando passa al centro. Troppo falloso. VOTO: 6.

MAZZARANI: Entra  bene in partita unitamente a Campagnacci ed il Benevento inizia ad imperversare sulla sinistra creando non pochi pericoli al Foggia. VOTO: 6,5.

CAMPAGNACCI: Poteva diventare l’eroe di Foggia se solo avesse beccato la porta a una manciata di minuti dal termine su uscita avventata di Narciso. Entra bene in partita. Sicuramente un nuovo acquisto per Auteri. VOTO: 6,5.

MISTER AUTERI: Era una gara molto sentita per diversi aspetti e malgrado l’avesse preparata bene come al solito, qualcosa non è andata per il verso giusto. Litiga con Cissè tanto da mandare Marotta a riscaldarsi dopo 20 minuti, poi inspiegabilmente lo tiene in campo anche il secondo tempo per 25 minuti. Dopo lo svantaggio con le sostituzioni a disposizione ridisegna la squadra a trazione anteriore per tentare di riprendere la gara e manda in confusione il Foggia che dopo aver subito il pari per poco non capitola. Non è stato il miglior Benevento ma di certo questa squadra è stata abituata a lottare e a non mollare fino alla fine e se le reti arrivano spesso nei minuti finali, non è certamente un caso. Peccato non aver avuto Del Pinto per questa partita, ma questo pareggio a Foggia è tanta roba.   VOTO: 7.


Pubblicato il:30 Gennaio 2016 alle 7:34 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *