breaking news

Lecce, Caturano: “A Benevento sarà una bolgia, ma andremo per giocarcela fino in fondo”

29 Aprile 2016 | by Domenico Passaro
Lecce, Caturano: “A Benevento sarà una bolgia, ma andremo per giocarcela fino in fondo”
Lega Pro
0
Crederci finché matematica non condanna e, soprattutto, giocarsi il tutto del tutto nella tana della capolista per rimandare tutto all’ultima giornata. Il Lecce non demorde e prova lo sgambetto al Benevento per alimentare ancora quella flebile speranza di sorpasso. 6 punti di distacco con altrettanti a disposizione negli ultimi 180 minuti di campionato. I salentini non fanno calcoli e focalizzano la loro attenzione solo ed esclusivamente sul match del “Vigorito”. Questo il diktat in casa giallorossa, ripreso e seguito anche da Salvatore Caturano:
“Guardiamo esclusivamente in casa nostra, non possiamo permetterci di fare calcoli al posto degli altri.  – ha dichiarato l’attaccante – Ancora non è deciso nulla, andremo a Benevento per giocarcela sapendo che loro potrebbero anche festeggiare contro di noi. I gol degli attaccanti? Ultimamente stanno mancando, ma l’importante è trovare il gol e vincere. È normale che da attaccante so di poter fare meglio, ma la nostra vera forza è il gruppo e se ne siamo usciti fuori è solo merito di tutti. Benevento è una piazza calda che vuole ottenere l’obiettivo, bisogna andare lì con la testa giusta ed è ovvio che troveremo una bolgia. Lo scorso anno feci gol al Benevento all’andata e la partita finì 2-2, mentre al ritorno vinsero loro 1-0 al 93′. Da punta esterna mi trovo bene, il mister ci chiede di scendere ad aiutare, ma potrei giocare anche a due se il mister dovesse decidere di cambiare. Finora ho fatto gol solo subentrando? Sì, è vero. Ma dietro ogni partita c’è tanto lavoro per ognuno di noi, se contiamo i chilometri che percorriamo durante una gara, tutto prende un’altra piega. Io e Curiale domenica scorsa abbiamo corso tanto e nonostante non abbiamo trovato il gol ritengo la nostra una buona prestazione. Io qui non mi trovo bene, ma benissimo. Spero, finalmente, di trovare il primo gol anche giocando dall’inizio. Quindi se dovessimo andare in Serie B, – conclude Caturano – non ci penserei due volte a restare anche se dall’altra parte c’è il Bari e dipende da come si metteranno d’accordo le due società”.


Pubblicato il:29 Aprile 2016 alle 9:41 am

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *