breaking news

Benevento-Pisa: 1-0. El pistolero spara l’ultimo colpo dell’anno

30 Dicembre 2016 | by Domenico Passaro
Benevento-Pisa: 1-0. El pistolero spara l’ultimo colpo dell’anno
1^ Squadra
0

BENEVENTO – El Pistolero spara l’ultimo botto dell’anno e fa concludere al meglio il 2016 al Benevento che centra il riscatto dall’amara sconfitta di Frosinone e chiude con un successo il girone d’andata. Scarto minimo contro la miglior retroguardia del torneo, quella di un Pisa meno abbottonato del solito ma con evidenti limiti.

Baroni deve rinunciare al bottino di fantasia di Ciciretti e Falco, quest’ultimo è stato valutato sino all’ultimo ma non viene rischiato dal primo minuto. Al suo posto, una nuova chance per Pajac che ritrova una maglia da titolare dopo l’unica di Baroni. Il croato parte sull’esterno destro con Melara collega di versante opposto. Quello del Benevento è un vero e proprio 4-4-2 con Cissè che gioca più vicino alla porta al fianco di Ceravolo. In cabina di regia c’è Buzzegoli, seppur non al top, con Chibsah a completare il pacchetto in mediana.

Lo aveva lasciato intendere alla vigilia mister Gattuso con un Pisa che ha ritrovato un po’ di serenità con la chiusura della questione societaria, ma che si porta comunque con sé i problemi della prima metà di stagione con il tecnico pugliese costretto ad una vera e propria conta degli uomini per schierare l’undici titolare. Il schiera i suoi con un 4-4-2, quasi a specchio rispetto all’avversario per bloccare lo sviluppo della manovra sulle fasce dei giallorossi con Sanseverino e Mannini esterni ed il tandem offensivo composto da Peralta e l’ex Eusepi.

I TEMPO – Il primo pericolo i padroni di casa lo creano all’11 minuto con un’iniziativa di Melara che dalla sinistra la mette in mezzo, sponda fortunata di Venuti che fa giunger palla a Cissè che prova a girarla di prima col destro, ma la sfera termina alta. Al 28′ l’occasione del vantaggio capita ancora sui piedi del guineano che però sbaglia il piattone dopo che Lucioni l’aveva ciccata di testa su angolo di Buzzegoli. E’ solo il preludio al gol che arriva al 31′, stavolta Cissè non sbaglia. Dalla destra Venuti brucia Longhi e sforna l’ennesimo cross, con i pugni Ujkani allontana male e ne approfitta subito l’ex Casertana che insacca il suo primo gol stagionale al “Vigorito”, il secondo dopo quello importantissimo del derby di Avellino. I giallorossi sono padroni del campo, ma nel finale di frazione i nerazzurri provano a cacciar fuori la testa dal guscio, ma l’unica vera occasione sui piedi di Mannini, che alza troppo la mira, arriva da un’azione viziata da fuorigioco e segnalata dal primo assistente dell’arbitro. Benevento che chiude in vantaggio la prima frazione contro un Pisa certamente più sciolto, ma con evidenti limiti ad impostare il gioco.

II TEMPO – In avvio di secondo tempo a rendersi pericolosi sono gli ospiti: al 9′ è Peralta ad impegnare in un doppio intervento Cragno e a suonare la carica ai suoi con un preciso piazzato che trova la pronta risposta del portiere giallorosso. Al 25′ sugli sviluppi di un corner è Ceravolo a provarci, ma la sua conclusione viene contratta da un difensore nerazzurro. Alla mezzora Gattuso inserisce anche Cani che si rende subito pericoloso con un gran colpo di testa, ma un vero e proprio miracolo di Cragno scongiura il gol con un super intervento in tuffo alla sinistra del portierone degli Stregoni. A questo punto la squadra di Baroni vuole chiudere il match con il raddoppio, ci provano ad un quarto d’ora dalla fine prima Ceravolo e poi Cissè, ma la difesa nerazzurra tiene. Veste i panni dell’ala anche Venuti che, spostato a sinistra, ha campo per arrivare alla conclusione dal limite, ma la mira è imprecisa. Benevento che chiude il match con una vera e propria difesa a tre con Pezzi che scala come terzo centrale. Chiude in attacco la squadra sannita che sfiora ancora il raddoppio a due minuti dalla fine: filtrante di Falco per Ceravolo che batte col destro, ma la conclusione centrale trova la respinta di Ujkani. Finisce così al “Vigorito” con il Benevento che ritrova il terzo posto in classifica, agganciando la Spal.

Benevento (4-4-2): Cragno; Pezzi, Camporese, Lucioni, Venuti; Melara (63′ Del Pinto), Buzzegoli (81′ Gyamfi), Chibsah, Pajac (67′ Falco); Cissè, Ceravolo; A disposizione: Gori, Padella, Gyamfi, Puscas, Jakimovski, Donnarumma, Pinto; Allenatore: Baroni;

Pisa (4-4-2): Ujkani; Longhi, Fautario, Del Fabro, Golubovic; Peralta, Di Tacchio, Verna (52′ Lazzari), Sanseverino (69′ Gatto); Mannini, Eusepi (73′ Cani); A disposizione: Giacobbe, Cardelli, Birindelli, Salvi, Favale, Mudingay; Allenatore: Gattuso;

Arbitro: Sig. Sacchi di Macerata (Robilotta di Sala Consilina – Bresmes di Bergamo; IV: Abbattista di Molfetta)

Marcatori: 31′ Cissè,

Ammoniti: 60′ Buzzegoli (B), 67′ Cissè (B), 85′ Longhi (P),

 


Pubblicato il:30 Dicembre 2016 alle 10:23 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *