breaking news

Benevento, Baroni: “E’ passato troppo tempo dall’ultima vittoria. Mercato? Voglio innesti per inseguire un sogno…”

25 Gennaio 2017 | by Domenico Passaro
Benevento, Baroni: “E’ passato troppo tempo dall’ultima vittoria. Mercato? Voglio innesti per inseguire un sogno…”
1^ Squadra
0

Prima seduta di allenamento dell’anno a porte aperte con la possibilità di vedere pezzi che rientrano nel gruppo giallorosso. Fuori ancora De Falco, Buzzegoli e Padella, mentre si è allenato regolarmente con il gruppo Walter Lopez. La sconfitta di Ferrara non deve creare eccessivi allarmismi e l’obiettivo è quello di ripartire immediatamente dalla gara di domenica.

Al termine della seduta odierna ha parlato Marco Baroni:

“A Chibsah ho voluto anche dare un segnale, voglio di più da lui. – ha dichiarato il tecnico – Al contempo volevo anche vedere Eramo che, secondo me, ha fatto una buona partita. Inoltre, il ghanese era anche un po’ affaticato. In questa partita siamo partiti 3-4-3- anche per limitare Lazzari che ci ha messo in difficoltà. Questi sono stati i motivi delle mie scelte. Non avendo Ceravolo, poi, volevo mettere Cissè nelle condizioni di poter giocare più vicino Puscas. Loro forse hanno prodotto di più, a noi è mancato qualcosa nell’ultimo passaggio. Peccato per il gol subito allo scadere del primo tempo. Nella ripresa ho visto una squadra producente, ma c’è mancata la cattiveria di andar a buttare la palla dentro. Falco ha messo tanti cross, ma ci mancava la cattiveria sotto porta. Ho fatto vedere alla squadra che abbiamo sfornato tanti cross in 7 minuti e dobbiamo migliorare in questo.

Mi ha dato fastidio prendere gol su palla inattiva. Abbiamo subito un gol ogni 40 palle inattive, ma se vedo lo score dell’ultimo periodo allora mi irrito. Questo è emblematico che è nell’attenzione che dobbiamo concentrarci. Per vincere le partite ci vuole la “cazzimma”.

Col Pisa siamo partiti a tre dietro e abbiamo costruito. La linea difensiva ha sempre fatto molto bene. Non avendo Ciciretti, poi, non è che ci siamo adattati alla Spal, ma abbiamo dovuto far fronte anche alle assenze con una soluzione che abbiamo nelle corde. Siamo stati poco pericolosi, aspetto più importante. Dobbiamo interpretare la partita come fatto nel primo tempo, in questo gioco conta buttarla dentro.

De Falco ha una lesione al retto femorale e dobbiamo valutare i tempi. Buzzegoli ha un’infiammazione e pensavamo di tenerlo fermo per risolvere il problema e non solo tamponarlo. Entro venerdì avremo le risposte degli esami, ma non credo che saranno lunghi i tempi. Padella non riesce a superare questo problema al gluteo sul nervo sciatico e cerchiamo di recuperarlo. C’erano delle assenze, ma abbiamo avuto anche delle risposte da chi è andato in campo”.

In vista del Carpi: “La prossima partita sarà contro una squadra pericolosissima che fa della concretezza il suo credo. Non dovremo sbagliar nulla. E’ passato troppo tempo dall’ultima vittoria (ride ndr). Dobbiamo credere in noi. E’ una squadra che fa meglio in trasferta perché fa fatica a crear gioco. Hanno giocatori devastanti nella transizione e quindi sarà importante stare attenti”.

Mercato che inizia a smuoversi, Baroni non si sbottona troppo ma per lui ci sono tre operazioni in dirittura d’arrivo. Si tratta di Blanchard, Acosty e Selasi che entro questa sera potrebbero già essere giallorossi: Il tecnico non fa nomi:  “Ieri abbiamo avuto un nuovo incontro. – ha detto Baroni – Noi dobbiamo ritoccare e provare a migliorarci. Il presidente da questo punto di vista apre un portone, ma dobbiamo valutare bene le opportunità. Conosciamo cosa occorre, ma dipende anche dal mercato. Abbiamo individuato qualche profilo e valutare se ci sono i presupposti per chiudere. Ho grande rispetto per il lavoro fatto di tutti, ma è chiaro che vogliamo provare a correggere.

Eramo era anche un obiettivo di giugno, perché con 5 giocatori potremmo pensare anche ad un centrocampo a 3. Adesso questa situazione non era preventivata per le assenze e quindi stiamo valutando.

Una punta? Conoscete il presidente. Non dobbiamo comprare tanto per farlo e lo dico perché conosco i valori che abbiamo. Un innesto deve permettere a questo gruppo di inseguire un sogno”.


Pubblicato il:25 Gennaio 2017 alle 1:12 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *