breaking news

Perugia – Benevento, li abbiamo visti così

17 Marzo 2017 | by Gianluca Napolitano
Perugia – Benevento, li abbiamo visti così
1^ Squadra
0

GORI:   Ritrova la maglia da titolare dopo diversi mesi e l’inizio purtroppo non è incoraggiante. Appare in ritardo sul primo goal, si dimentica di uscire sul raddoppio di Di Carmine, aggiungiamo qualche errore in appoggio. Deve fare di più. VOTO: 5.

GYAMFI:  Alterna qualche buona iniziativa in fase offensiva a più di una sbavatura in fase difensiva, anche se non è ben supportato da Ciciretti. Da una sua iniziativa nasce il momentaneo pari, ma poi non riesce a chiudere su Di Carmine nell’azione del 2 a 1. Almeno ci mette voglia, ma non basta. VOTO: 5,5.

CAMPORESE:  Gara tutto sommato senza grosse sbavature se si eccettua la mancata chiusura su Nicastro nell’occasione del  fulmineo vantaggio umbro e purtroppo non è cosa di poco conto. VOTO: 5,5.

LUCIONI:  Uno dei pochi a salvarsi, dopo il primo svantaggio sbroglia a modo suo un paio di situazioni pericolose, salendo in cattedra e suonando la riscossa. Col passare dei minuti anche lui purtroppo si adagia al grigiore della squadra. VOTO: 6,5.

PEZZI: Sale in ritardo sul goal del 2 a 1 tenendo in gioco Di Carmine che non perdona, poi cerca di rimediare con un assist per Ciciretti. Si immola nel secondo tempo salvando un  goal fatto su Di Carmine. Esce stremato. VOTO: 5,5.

VIOLA:  Non ha mai dato l’impressione di dare una sua impronta alla gara. Si limita alle giocate facili ed accademiche, sistematicamente anticipato dai dirimpettai umbri. Sul 3 a 1 resta praticamente fermo non accorciando sulla ribattuta dei suoi. VOTO: 5.

CHIBSAH:  Dovrebbe recuperare palloni e ripartire, ma gli tocca anche sopperire al compagno di reparto apparso assente ingiustificato. Dà qualcosina in più, ma anche lui non è apparso in grande serata.  VOTO: 5,5.

CICIRETTI:  Gara assolutamente da dimenticare. Lento, senza idee e svogliato. La brutta copia di se stesso, anche un semplice cross sembra ora per lui un’impresa epica. Un po’ di panchina non gli farebbe male. VOTO: 4,5.

FALCO: Al rientro dopo due panchine consecutive da lui ci si aspettava quel tocco di qualità che questa sera non si è visto, se non a sprazzi. Ha la qualità per fare bene, deve solo ritrovarsi come alcuni dei suoi compagni. VOTO: 5,5.

CISSE’: Non incide quasi mai sulla gara, poche giocate interessanti, poca consistenza in fase offensiva, nessuna conclusione interessante. Brutta gara anche per lui.  VOTO: 5.

CERAVOLO: Recupera dall’infortunio di sabato scorso e si inventa un gran bel goal che rimette la gara momentaneamente in sesto. Servito poco e male, si procura l’espulsione di Belmonte. Uno dei più positivi. VOTO: 6,5.

SUBENTRATI:

77’ ERAMO PER VIOLA: Ha l’occasione per accorciare le distanze di testa, ma ci va timido.  S.V.

77′ VENUTI PER PEZZI: Pochi minuti il tempo per un bell’assist a Ciciretti che non prende la porta. S.V.

86’  PAJAC PER GYAMFI: Entra giusto il tempo per due falli. S.V.

MISTER BARONI:  La partita della svolta purtroppo non c’è stata, anzi sotto alcuni aspetti c’è stata una involuzione rispetto ad altre prestazioni. Ritorna all’antico con il 4-2-3-1, ma stasera si è avuta la conferma che non è questione di moduli ma di testa. Sicuramente la presenza di Falco da maggiori soluzioni offensive, ma è anche vero che diversi calciatori sono apparsi la brutta copia di quelli visti nella prima parte di campionato. Ora tutti, allenatore compreso, devono ben analizzare questo momento e mettersi in discussione da Gori all’ultimo degli attaccanti. La salvezza ormai raggiunta può anche permettere al mister di far rifiatare qualcuno, in attesa di tempi migliori. Come al solito le sostituzioni sono apparse molto tardive. Sabato arriva il Trapani e vediamo cosa riuscirà a cambiare nella testa dei suoi, fermo restando che la coperta resta sempre corta e di questo qualche colpa è anche la sua. VOTO: 5,5.


Pubblicato il:17 Marzo 2017 alle 11:50 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *