breaking news

Benevento – Torino, li abbiamo visti così

10 Settembre 2017 | by Gianluca Napolitano
Benevento – Torino, li abbiamo visti così
Benevento calcio
0

BELEC:  Altra prova positiva per l’estremo giallorosso che quando viene chiamato in causa, poche volte per la verità, dagli avanti granata risponde sempre sempre presente anche se non è sempre una calamita. Nulla può sul goal di Falque. VOTO: 6.

VENUTI:  La sua miglior partita di questo inizio di campionato. Supporta Ciciretti, ma nello stesso tempo è sempre attento e puntale in fase difensiva. Buone le sue diagonali difensive. In crescita anche dal punto di vista fisico. VOTO: 6,5

ANTEI: Esordio sufficiente per il centrale ex Sassuolo che in collaborazione con capitan Lucioni lascia le briciole al temuto Belotti. Sicuramente da migliorare la tenuta e qualche movimento in fase di copertura. VOTO: 6.

LUCIONI:   Stesso discorso di Antei per quanto riguarda Belotti, mezzo voto in più per un paio di chiusure tempestive e puntali da calciatore esperto e sempre importante per questa squadra. VOTO: 6,5.

LETIZIA: Tanta corsa e buona volontà, ma in serie A non basta. Pecca qualche volta di precisione, poi al 93′ legge in ritardo il taglio di Falque, che non perdona. Da sfruttare meglio qualche sua veloce ripartenza. VOTO: 5.5.

CICIRETTI:   Si vede poco ed è un peccato perchè il dirimpettaio Molinaro non è un fulmine di guerra. Ci prova su punizione ma Sirigu è attento. Anche lui nella ripresa avrebbe dovuto sfruttare meglio qualche ripartenza.   VOTO: 5,5.

CATALDI: Gran partita del centrocampista romano che vince il duello con i pari ruolo granata. Unica nota negativa: stava ancora una volta dopo l’ammonizione commettendo qualche ingenuità che poteva lasciare i suoi in dieci. In netta crescita.VOTO: 6,5.

MEMUSHAJ: Buon esordio per l’ex pescarese che guerreggia a centrocampo fin dai primi minuti della gara. Bello il duello con Rincon, termina un po’ in affanno ed anche fuori ruolo. Il classico calciatore utile per un centrocampo a due.VOTO: 6,5

D’ALESSANDRO:   Ha una corsa ed uno spunto di gran livello, peccato che però il più delle volte non sfrutta in pieno la superiorità che crea con le sue accelerazioni. Lascia il campo a Lazaar. VOTO: 6

IEMMELLO: Sicuramente non al top da punto di vista fisico, ha solo fatto intravedere quelle che sono le sue enormi potenzialità. Da affinare ovviamente l’intesa con Coda. Qualche azione offensiva poteva essere conclusa in modo migliore. VOTO: 5,5.

CODA:  Fa un grande lavoro a favore del suo compagno di reparto e sinceramente gli gira anche male perché Sirigu al 44′ gli nega la meritata gioia del goal con un super intervento. Termina con la spia rossa accesa. VOTO: 6.

SUBENTRATI:

65’  LAZAAR PER D’ALESSANDRO: Entra bene in partita con due cross insidiosi ed una conclusione deviata in angolo da Sirigu. Sicuramente un acquisto importante per il prosieguo. VOTO:6.

72′ PUSCAS PER IEMMELLO: Pochi minuti, per dare incisività all’attacco, ma non fornisce l’effetto sperato. S.V.

84′ DEL PINTO PER CICIRETTI. S.V.

MISTER BARONI:  Ancora tanti complimenti per il suo Benevento, ma nessun punto in classifica generale, ancora un episodio condanna i suoi alla terza sconfitta consecutiva dopo una gara ben disputata e dove probabilmente si doveva cercare in tutti i modi di congelare quantomeno col pareggio che a conti fatti stava anche stretto ai giallorossi. Un buon Benevento quello visto al Vigorito, migliorato sicuramente con gli ultimi acquisti, che nonostante quel fastidioso zero in classifica ha dimostrato di essere in crescita sia nei singoli che come squadra. Merito questo del mister sicuramente, come forse però un po’ di confusione in campo è sembrata creare l’inserimento di Del Pinto con lo spostamento sull’esterno di Memushaj, forse a quel punto della gara si poteva optare per una scelta diversa semmai più sfacciatamente per spegnere la gara. Dettagli? forse però i giocatori di ruolo adesso ci sono e sarebbe giusto sfruttarli. In conclusione il Benevento raccoglie ancora una volta di meno di quanto seminato, in attesa di tempi migliori e sinceramente più fortunati.  VOTO: 6.


Pubblicato il:10 Settembre 2017 alle 10:48 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *