breaking news

Napoli – Benevento, li abbiamo visti così

17 Settembre 2017 | by Gianluca Napolitano
Napoli – Benevento, li abbiamo visti così
1^ Squadra
0

BELEC:  Preso letteralmente a pallonate dagli avanti partenopei, fa quel che può anche se non riesce a bloccare un solo pallone. Sul terzo goal resta colpevolmente tra i pali, poi può poco o nulla sulle altre reti. Una giornata che ricorderà per molto tempo. VOTO: 5.

VENUTI:  Uno dei più reattivi nonostante dalle sue parti giostri un Insigne in palla. Con l’uscita di Antei va ad affiancare Lucioni al centro della difesa, dando un pò più di rapidità. Gara di grande sacrificio e sofferenza. VOTO: 5.

ANTEI: La sua gara dura 29′ minuti il tempo di naufragare insieme ai compagni di squadra. Da ricordare solo una chiusura in extremis su errore di Lucioni e la lettura in ritardo sul goal di Insigne. Speriamo in un infortunio non grave. VOTO: 4,5.

LUCIONI: Il capitano si affossa insieme a tutta la truppa giallorossa, pochissime le cose positive, nonostante non abbia colpe specifiche sui goal. Ora tocca anche a lui far dimenticare presto alla squadra questa batosta. VOTO: 5.

DI CHIARA: Speriamo di sbagliarci ma il suo acquisto, molto oneroso per un esordiente in serie A, è apparso finora davvero uno spreco. Difende male e spinge peggio, termina con l’affanno. Dove collocarlo in un 4-4-2? VOTO: 4.

LOMBARDI:  Schierato in campo un po’ a sorpresa al posto di Ciciretti dà poco supporto a Venuti nei primi terrificanti minuti di gara, sbaglia anche nelle poche azioni di rimessa , ha tanto ancora da lavorare.  VOTO: 4,5.

VIOLA: La brutta copia del centrocampista ammirato lo scorso campionato, lento, impacciato e primo di idee, oltre che non pervenuto in fase di interdizione a centrocampo. Di certo non era la gara ideale per lui. VOTO: 4.

CHIBSAH: Più in palla del suo compagno di reparto, ma anche il buon Raman fa tanta fatica con i dirimpettai napoletani. Commette un ingenuo fallo di rigore, quasi di frustrazione oltre che recidivo. VOTO: 4,5

LAZAAR: Cerca di fare quel che può, delle volte sembra predicare nel deserto, suo uno dei cross più pericolosi del Benevento in area del Napoli. Uno dei pochi giocatori di categoria visti oggi tra i giallorossi. VOTO: 5

ARMENTEROS: Parte come in una gara  un’amichevole poi la botta alla testa sembra ravvivarlo, si impegna, cerca qualche uno due con Coda, ma oggi per lui e la squadra è una triste giornata. VOTO: 4,5.

CODA:  La sua peggiore gara in giallorosso, prova una conclusione velleitaria nei primi minuti di gara, poi vede sinceramente pochissimi palloni. Speriamo non sia un altro acquisto sopravalutato. VOTO: 4,5.

SUBENTRATI:

29’  LETIZIA PER ANTEI: Si piazza a destra cercando di limitare le sortite di Insigne, giocando a corrente alternata. Suo il fallo/non fallo del secondo rigore. VOTO:4,5 .

54′ CATALDI  PER ARMENTEROS: Non fa chissà cosa, ma dimostra sicuramente un passo e una gamba da serie A. S.V.

77′ PARIGINI PER LOMBARDI S.V.

MISTER BARONI:  Sicuramente non era da Napoli che dovevano arrivare i punti salvezza, sicuramente i tanti infortuni che hanno falcidiato la squadra in settimana non hanno reso facile le sue scelte, ma l’atteggiamento con cui la squadra ha impattato la gara quello si che è preoccupante. A questo poi si potrebbe aggiungere una disposizione tattica opinabile, che ha letteralmente concesso il centrocampo ai forti partenopei che con i continui inserimenti tra le maglie della difesa giallorossa hanno fatto il bello e cattivo tempo. Forse sarebbe ora di iniziare a lavorare su qualche altro modulo, tenendo anche presente che gli esterni alti sono più propensi ad offendere che a difendere e quindi non proprio ottimali per un 4-4-2. Oggi si è avuta la riprova che forse diversi calciatori acquistati nei primi giorni di mercato fanno grossa fatica in serie A, anche se è pur vero che non sempre si giocherà con squadre in palla come il Napoli. Detto questo, ora toccherà al mister  far dimenticare in fretta questa scoppola e l’opportunità arriva tra soli tre giorni con la gara interna con la Roma, dove per iniziare a sperare nella salvezza occorrerà un Benevento totalmente diverso. VOTO: 5.


Pubblicato il:17 Settembre 2017 alle 5:57 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *