breaking news

Inter – Benevento, li abbiamo visti così

25 Febbraio 2018 | by Gianluca Napolitano
Inter – Benevento, li abbiamo visti così
1^ Squadra
0

PUGGIONI: Quasi sempre preciso negli appoggi ai compagni, non viene praticamente quasi mai impegnato dagli avanti nerazzurri se non al 55′ da Vecino. E’ sempre pronto e reattivo poco o nulla può sui due goal subiti.  VOTO: 6.

SAGNA: Vigila con sostanza e personalità la propria zona di competenza dimostrando anche una discreta tenuta atletica. Sempre preciso e puntuale nelle chiusure e negli appoggi ai compagni. Ovviamente non ha la condizione per spingere più di tanto. Può dare tanto a questa squadra.  VOTO: 6.

DJIMSITI:  Sbaglia poco o nulla in fase difensiva, stringendo con il compagno di reparto in una morsa Eder che non tocca praticamente mai la palla. Peccato per i due goal subiti a difesa schierata.  VOTO: 6.

TOSCA: Conferma la buona impressione data contro il Crotone, un difensore arcigno molto rapido e difficile da superare. Tiene bene la sua zona di competenza anche con personalità. Prova più che positiva.  VOTO: 6.

LETIZIA: Una gara positiva, sicuramente oltre la sufficienza, ma ancora una volta in fase difensiva nell’occasione del primo goal subito resta fermo invece di ostacolare il difensore nerazzurro. Peccato, davvero peccato… errore fatale. VOTO: 5,5.

SANDRO: Altra gara da incorniciare per il neo capitano giallorosso, fin quando l’ennesimo fallo lo costringe ad abbandonare il campo. Da tranquillità e spessore al centrocampo giallorosso, non disdegnando di fare da terzo centrale difensivo all’interno dell’area di rigore. Speriamo domenica sia regolarmente in campo.  VOTO: 6,5.

VIOLA: Gara di grosso sacrificio soprattutto nel primo tempo, quando deve commettere qualche fallo di troppo. Nella ripresa becca due gialli che ci posso stare, ma l’Inter doveva essere già in dieci. Salterà la gara col Verona. VOTO: 6.

BRIGNOLA: Che partita tira fuori dal cilindro il giovanotto di Telese. I dirimpettai non lo prendono quasi mai, serve un assist a Coda da calciatore di altissimo livello, dopo un recupero palla. Continua così Enrico. VOTO: 7.

GUILHERME: Primo tempo da far stropicciare gli occhi, quasi ridicolizza i centrocampisti nerazzurri, giocate e assist per i compagni. Cala vistosamente nella ripresa, ma veniva da un infortunio. VOTO: 6,5

DJURICIC: Va ancora a corrente alternata, non è molto reattivo quando si tratta di difendere, lasciando spesso e volentieri Letizia tra Candrea e Cancelo. De Zerbi lo tira fuori fuori ad inizio ripresa. VOTO: 5,5.

CODA: Si sacrifica tantissimo per la squadra, ha sui suoi piedi le due migliori azioni goal, una la spara su Handanovic, l’altra su grande assist di Brignola, purtroppo non trova la porta.  Che peccato.  VOTO: 6.

SUBENTRATI:

46′  CATALDI PER DJURICIC: Da più consistenza e dinamicità al centrocampo giallorosso, Su di lui un rigore sacrosanto. VOTO: 6.

65′ DEL PINTO PER SANDRO:  Il suo ingresso coincide con il vantaggio nerazzurro, entra in un momento certamente non favorevole. Becca il giallo. S.V.

84′ DIABATE PER CODA: Solo minutaggio, anche se è apparso in palla. S.V. 

MISTER DE ZERBI: Esce da San Siro sicuramente con tanti complimenti, ma purtroppo senza nessun punto in tasca. Il suo Benevento giocando a calcio, imbriglia bene l’Inter che tira per la prima volta in porta solo dopo 55 minuti. Bravo  a nostro avviso anche, dopo l’esperienza negativa di Roma, ad infoltire il centrocampo con l’ingresso di Cataldi prevedendo un calo di intensità in quella zona nevralgica del campo. Gara ben preparata nei dettagli, senza però tener conto della variabile impazzita del direttore di gara. Da rivedere e da lavorarci su, il posizionamento e l’atteggiamento sui calci piazzati a sfavore, senza quegli errori l’Inter quasi sicuramente non avrebbe mai vinto stasera. Corsa contro il tempo, ma ormai il destino sembra praticamente deciso anche dall’alto.  VOTO: 6,5.


Pubblicato il:25 Febbraio 2018 alle 12:25 am

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *