breaking news

Benevento – Atalanta, li abbiamo visti così

18 Aprile 2018 | by Gianluca Napolitano
Benevento – Atalanta, li abbiamo visti così
1^ Squadra
0

PUGGIONI: Becca tre goal, ma non ha particolari responsabilità. Gli attaccanti bergamaschi gli arrivano praticamente in porta. Il parabile lo riesce a controllare. Voto più di stima.  VOTO: 6.

BILLONG: Ritrova la maglia da titolare dopo essere stato messo nel dimenticatoio. Schierato a destra in una azzardata difesa a tre, si arrampica sugli specchi. Della sua prestazione salviamo una la chiusura su un atalantino lanciato a rete, nella quale si fa anche male.VOTO: 5

DJIMSITI: Lotta e sgomita con i suoi ex compagni di squadra, tiene bene Petagna, ma lo abbiamo detto più volte che non ha la personalità per gestire da centrale una difesa a tre. Sfiora il goal nei primi minuti su azione d’angolo. VOTO: 5,5.

TOSCA:  Anche lui partecipa al naufragio della retroguardia giallorossa, come abbiamo detto altre volte, pecca in determinati movimenti difensivi che si evidenziano quando aumentano gli spazi da coprire.  VOTO: 5.

VENUTI: Parte benino in un ruolo a lui abbastanza congeniale, poi con il passare dei minuti sparisce dal campo. VOTO: 5

BRIGNOLA: Per voglia e impegno meriterebbe la sufficienza, purtroppo però sbaglia troppo per precipitazione e poca lucidità. Uno degli ultimi comunque ad arrendersi.VOTO: 5,5.

VIOLA: Nemmeno il lontano parente del Viola ammirato contro il Verona o la Juve. Impreciso e troppo lezioso come in occasione della palla persa da cui è nato l’azione del raddoppio. Gara da dimenticare. VOTO: 4,5.

DEL PINTO: Doveva supportare le giocate di Viola con la corsa e l’intensità, quando però gli si chiede altro ovviamente contro avversari di qualità come i dirimpettai fa molta fatica.  VOTO: 5.

LOMBARDI: Il suo inserimento ci è apparso inopportuno in quella zona del campo, la sua prestazione ci ha fugato ogni dubbio. Impalpabile. VOTO 4,5.

BRIGNOLA: Per voglia e impegno meriterebbe la sufficienza, purtroppo però sbaglia troppo per precipitazione e poca lucidità. Uno degli ultimi comunque ad arrendersi.VOTO: 5,5.

PARIGINI: Il solito Parigini visto più volte quest’anno, timido nelle giocate, fisicamente fragile e dalla difficile collocazione tattica. Ci fermiamo qua…  VOTO: 4,5

DIABATE: Il gigante maliano potrebbe far male all’Atalanta al ventesimo ma opta per un pallonetto inopportuno. Nella ripresa, si vede che ha poca spinta nelle gambe, ma deve restare in campo per forza di cose. VOTO: 5.

SUBENTRATI:

53′ DJURICIC PER LOMBARDI: Entra a gara già compromessa, da velocità sulla tre quarti ma predica nel deserto. Qualche giocata da applausi. VOTO: 5,5.

53′ SAGNA PER BILLONG:  Una mezz’ora e più per lui. Qualche cross ma anche lui stecca in fase difensiva. VOTO: 5.

68′ IEMMELLO PER PARIGINI: Si spera di recuperarlo fisicamente e mentalmente. S.V. 

MISTER DE ZERBI: La formazione schierata in partenza ha fatto storcere il muso a tanti, forse a tutti. Gli inserimenti di calciatori come Billong, Lombardi e Parigini su tutti in un sol colpo e con un centrocampo ricostruito, in una gara che si doveva vincere a tutti i costi per evitare l’anticipo della retrocessione sono apparsi alquanto azzardati e senza una plausibile spiegazione tattica (Billon agire dalle parti del folletto Gomez, Parigini trequartista e Lombardi tornante di sinistra). I 10.000 accorsi al Vigorito nonostante la difficile situazione, meritavano una partita giocata come un’ultima spiaggia e non utilizzata per far riposare i vari Sandro e Djuricic su tutti. Ci chiediamo a cosa servirà, inserirli a Milano, dopo aver affrontato l’Atalanta con una squadra che ha perso anche quelle poche e flebili certezze che si era costruite in queste ultime giornate. Non vogliamo pensare che il Benevento sia stato utilizzato solo come una vetrina, mettendo in secondo piano l’essenza del calcio che è e resterà il risultato ad ogni costo.  Il tempo ci dirà…  VOTO: 4,5.


Pubblicato il:18 Aprile 2018 alle 10:45 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *