breaking news

Benevento – Verona, li abbiamo visti così

4 Aprile 2018 | by Gianluca Napolitano
Benevento – Verona, li abbiamo visti così
1^ Squadra
0

BRIGNOLI: Non deve compiere grandi interventi contro un Verona davvero brutto a vedersi. Con i piedi è anche abbastanza preciso tranne negli ultimi minuti di gara, ma la partita ormai era ben che andata.  VOTO: 6.

VENUTI: Parte dando maggiore attenzione alla fase difensiva, poi con il passare dei minuti si rende conto della pochezza del Verona ed inizia a spingere in coppia con Brignola. Qualche buon inserimento, partita positiva. VOTO: 6,5

DJIMSITI: Il Verona gioca senza punti di riferimento in avanti, ma Berat è sempre attento e deciso negli interventi. Dimenticata la brutta prestazione di Roma. VOTO: 6,5.

TOSCA:  Il migliore del pacchetto arretrato, la sua dinamicità e reattività fanno bene alla difesa giallorossa. Anche lui sempre determinato e deciso in tutti i suoi interventi. VOTO: 7.

LETIZIA: Si capisce dai primi minuti che sulla fascia di competenza in tandem con Djuricic può far male al Verona. Dopo diverse azioni pericolose caccia dal cilindro un destro chirurgico che sblocca la gara. Nella ripresa spinge sempre con determinazione. VOTO:7

DEL PINTO: Ritrova la maglia da titolare ed in coppia con Viola forma un tandem complementare ed efficace al massimo. Sfodera una prestazione alla vecchia maniera “anema e core”. Bravo anche a gestirsi dopo l’ammonizione. VOTO: 7.

VIOLA: Punto di riferimento a centrocampo per i compagni, il suo sinistro oggi non ha sbagliato un colpo. Dall’inizio del campionato ha velocizzato le sue giocate e sta dimostrando di poter starci in questa categoria. VOTO: 7,5

BRIGNOLA: Gara positiva nel complesso del golden boy giallorosso, anche se delle volte in area cincischia troppo con la palla tra i piedi, optando alcune volte su scelte sbagliate.  Suo l’assist per il terzo goal di Diabatè.   VOTO: 6,5.

IEMMELLO:  Ha interpretato bene il ruolo assegnatogli dal mister a ridosso di Diabatè. I suoi inserimenti sono stati efficaci anche se purtroppo un po’ per sfortuna ed un po’ per colpa sua gli è mancato il goal. Goal che aveva trovato, ma il colpo di testa di Diabatè aveva già varcato la linea bianca. Ingeneroso qualche fischio alla sua uscita, anche perchè resta un patrimonio della società. Voto anche di incoraggiamento. VOTO: 6,5.

DJURICIC: Semplicemente una partita mostruosa del giovane serbo, alla quale è mancata solo la ciliegina della torta del goal, pur avendoci provato in diverse occasioni. Ha sciorinato tutto il suo repertorio, fatto di dribbling e assist da rifinitore. Se fosse confermato sarebbe un gran bel colpo.  VOTO: 8

DIABATE: Da oggetto misterioso nelle ultime giornate a goleador di giornata con una doppietta a modo suo. Tiene sempre sotto pressione i centrali scaligeri e fa salire la squadra con la sua fisicità. Poche partite, tre goal i numeri sono dalla sua parte. VOTO: 7,5

SUBENTRATI:

72′ GUILHERME PER IEMMELLO: Un turno di riposo giusto dopo le fatiche di Roma, oggi si sarebbe divertito anche lui. Entra bene in partita ed effettua qualche giocata delle sue. VOTO: 6,5.

80′ D’ALESSANDRO PER DJURICIC:  Pochi minuti per lui, speriamo abbia finalmente risolto i suoi problemi fisici.  S.V.

87′ VOLPICELLI PER BRIGNOLA : Esordio meritato in A per un altro giovane giallorosso classe 1999. S.V. 

MISTER DE ZERBI: Il più bel Benevento della stagione che strapazza in lungo ed in largo un mal capitato Verona. Propone un centrocampo di qualità e quantità con Del Pinto e Viola, affidando il resto agli spazi creati dalla fisicità di Diabatè ed alla capacità di inserimento di Iemmello, Djuricic, e Brignola. Se i suoi avessero concretizzato solo la metà delle occasioni avute il punteggio sarebbe stato di gran lunga maggiore. Opta anche per un po’ di turn-over in vista della gara di sabato risparmiando Guilherme e Sandro. La gara contro gli scaligeri aumenta i rimpianti di un campionato che poteva sicuramente avere un altro tipo di epilogo finale, ma bisogna accettare la realtà e continuare ad onorare tutte le restanti otto gare cercando di ottenere il massimo. Fa esordire un altro classe 1999 di cui si dice un gran bene. Il ritiro non ha fatto male e sabato arriva la Juve, un testa-coda tutto da vivere. VOTO: 6,5.


Pubblicato il:4 Aprile 2018 alle 9:40 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *