breaking news

Benevento, Vigorito: “Non puoi arrivare in A tutto di un colpo. Chi resta? Tutti in discussione”

23 Aprile 2018 | by Domenico Passaro
Benevento, Vigorito: “Non puoi arrivare in A tutto di un colpo. Chi resta? Tutti in discussione”
Benevento calcio
0

Dopo la prima vera gioia esterna del campionato è arrivato il verdetto aritmetico per il Benevento, quello che nella sostanza però era già scritto da tempo. “Siamo saliti sull’ultimo treno e abbiamo fatto un viaggio ma in serie A non ci puoi arrivare di botto come abbiamo fatto noi, in 12 mesi”. Parola di Oreste Vigorito, intervenuto ai microfoni di Radio Rai, per un pensiero che in realtà ribadisce ciò che era stato già detto da tempo dal presidente del club giallorosso.

“Ci voleva qualche anno di esperienza in B prima di salire – ha ammesso – Serviva una costruzione di una struttura importante anche se poi ogni anno le ultime tre sono quasi sempre le neopromosse ed evidentemente ci deve essere qualcosa che non funziona”. Il Benevento pensa già al futuro, ma occhio a mantenere definiti i confini della sua dimensione e di una progettazione a lungo termine: “se ci facciamo prendere dalla smania di dire che dobbiamo tornare subito in serie A, finiamo in Lega Pro. Dobbiamo costruire quello che ci è mancato quest’anno, abbiamo tante risorse nella nostra provincia e bisogna arrivare in serie A quando sei pronto strutturalmente. Noi non lo eravamo e lo stesso errore non lo faccio. Costruiro’ una squadra per fare un campionato di serie B, se sara’ capace di crescere ed evolversi in 12 mesi, ben venga la A ma non bisogna mai porsi traguardi pensando di avere il retaggio che te lo consente”.

Chi resta e chi va via, ma per il presidente tutti sono in discussione: “Diabate’ resta? Oggi stiamo pensando alla squadra del futuro fatta di persone che diventino giallorosse dentro e ci diano una mano a fare il campionato che meritiamo. Diabate’ e’ un ottimo atleta, un ragazzo splendido, ma e’ in discussione come tutti gli altri”.


Pubblicato il:23 Aprile 2018 alle 3:43 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *