breaking news

Chievo Verona – Benevento, li abbiamo visti così

20 Maggio 2018 | by Gianluca Napolitano
Chievo Verona – Benevento, li abbiamo visti così
1^ Squadra
0

PUGGIONI: Non ripete la grande gara contro il Genoa, anzi ha più di una responsabilità nell’intervento che regala il pallone della vittoria ad Inglese. Subito dopo annotiamo un altro errore in uscita.  VOTO: 5,5.

SAGNA: Partita senza particolari sussulti. Tiene bene la sua zona, nel finale pennella un bel cross per la testa di Diabate. VOTO: 6.

DJIMSITI:  Chiude un campionato più che positivo sotto il profilo personale. Poche sbavature anche oggi, anche se il Chievo si vede molto poco dalle sue parti. VOTO: 6.

TOSCA: Stesso discorso del suo compagno di reparto con il quale ormai aveva raggiunto una buona intesa. Ultima partita in giallorosso, tornerà al Betis per fine prestito.  VOTO:6

LETIZIA:  Uno dei più positivi sicuramente, la sua velocità manda spesso in affanno la difesa veneta. Suo il cross nel finale che stava provocando il goal del pari. Calciatore da cui ripartire. VOTO: 6,5.

CATALDI: Con il centrocampo a due fa maggiore fatica, lui che preferisce maggiormente fare l’incursionista. Nel primo tempo sfiora la rete con un conclusione ribattuta da Sorrentino. Lascia per infortunio, ma a Benevento non si strapperanno i capelli per il suo ritorno alla Lazio. VOTO: 5. 

SANDRO:  Con l’assenza di Viola è lui a dettare i ritmi del centrocampo e seppure l’intensità e la velocità non sono il suo forte, tutto sommato gioca una buona gara con un assist per Parigini, sprecato.   VOTO: 6,5.

BRIGNOLA: Partita sufficiente per il golden boy giallorosso anche se prima di picchi. Impegno e corsa comunque non mancano.  VOTO: 6.

GUILHERME: Al rientro dopo l’infortunio, fa appena intravedere le sue enormi qualità tecniche. Ben controllato dai difensori gialloblu, meglio quando De Zerbi lo sposta sulla destra. Altro calciatore da cui ripartire.  VOTO: 5,5.

PARIGINI:  Questa partita è lo specchio del suo campionato in giallorosso, fa appena intravedere le sue potenzialità alle quali crede poco e si divora di testa un goal non difficile da realizzare. Ultima in giallorosso, rientrerà al Torino.  VOTO: 5.

DIABATE’:   Si vede molto poco in questa gara, anche perchè ben controllato dai centrali veneti. Per lui solo un colpo di testa su assist di Sagna. Lascerà anche lui il Sannio, ma il suo dovere lo ha comunque fatto.  VOTO: 5,5.

SUBENTRATI:

54′ SANOGO PER CATALDI: Buona mezz’ora per il 2001 della Costa D’Avorio. Ecco il futuro giallorosso.  VOTO: 6.

78′ CODA PER PARIGINI:  S.V.

90′ RUTJENS PER SANDRO :  Altro esordio in A per un elemento del vivaio giallorosso S.V. 

MISTER DE ZERBI: Ultima in panchina da allenatore del Benevento, ci teneva a chiudere con un risultato positivo, ma le batterie di questa squadra, già retrocessa qualche settimana fa, erano ormai scariche. Di lui ricorderemo la sua abnegazione al lavoro quotidiano, l’aver dato un’identità di gioco ad una squadra che con la rosa attuale e nelle condizioni fisiche attuali molto probabilmente avrebbe raggiunto l’obiettivo della salvezza con qualche settimana di anticipo. Qualche errore sicuramente lo ha fatto, però è stato anche umile nel ravvedersi ed evitare di ripeterlo. Dal nostro punto di vista le sue motivazioni di voler lasciare Benevento sono rispettabili ma nello spesso tempo opinabili. Il non voler ripartire dopo una retrocessione il suo grosso fardello, ma sull’altra parte della bilancia ci sarebbe stata una società e crediamo anche la maggior parte della tifoseria pronta a ripartire insieme a lui e alla squadra, per un campionato che forse lui avrebbe voluto vincere già a settembre, ma che tutti conosciamo le tante insidie. I suoi dubbi, sono anche i nostri dubbi, ma la scelta è fatta e allora in bocca al lupo mister.  VOTO: NE FACCIAMO A MENO, ANZI LASCIAMO A VOI IL GIUDIZIO.


Pubblicato il:20 Maggio 2018 alle 9:18 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *