breaking news

Spal – Benevento, li abbiamo visti così

6 Maggio 2018 | by Gianluca Napolitano
Spal – Benevento, li abbiamo visti così
1^ Squadra
0

PUGGIONI: Sul primo goal compie un mezzo miracolo, poi non riesce a recuperare la posizione sul colpo di testa di Paloschi. Comunque sempre attento nelle poche volte in cui viene chiamato in causa.  VOTO: 6.

SAGNA: Partita in chiaro scuro per Bacary, in ritardo in occasione del primo goal spallino, poi sembra non reggere il ritmo seppur blando della gara. Ci aspettiamo qualcosa di più da un calciatore come lui. VOTO: 5,5

DJIMSITI: Partita senza infamia e senza lode per il centrale albanese anche se insieme ai compagni di reparto ha qualche responsabilità nell’azione del primo goal. Comunque nel complesso gara sufficiente.  VOTO: 6.

VENUTI:  Schierato in un ruolo non propriamente nelle sue corde, fa di necessità virtù e tutto sommato fin quando resta in campo fa il suo dovere, anche se la Spal non impensierisce più di tanto.  VOTO: 6.

GYAMFI:  L’inizio non è confortante, sbaglia diversi passaggi e si nota che non gioca da diverso tempo. Cresce di intensità e di personalità nella ripresa, facendo intravedere qualcosa di buono. VOTO: 5,5.

VIOLA: Ci prova due volte su calcio piazzato ma trova un grande Gomis sulla sua strada. Ha molta più gamba del compagno di reparto, ma delle volte è troppo egoista provando il tiro con compagni liberi. VOTO: 6.

SANDRO: Parte benino disputando un discreto primo tempo. Poi con il passare dei minuti la sua lucidità si riduce insieme alla sua tenuta fisica, quasi da farlo sparire dalle trame di gioco dei suoi.   VOTO: 5,5.

LETIZIA: A noi è apparso il calciatore più in palla dei suoi, soprattutto nella prima frazione quando sembra poter fare quello che vuole sulla sinistra. Non abbiamo capito il suo avvicendamento nella ripresa.  VOTO: 6,5.

PARIGINI: Alterna buone giocate in velocità a enormi pause. Da sempre l’impressione di poter spaccare il mondo, ma invece spesso è inconcludente. VOTO: 5,5.

IEMMELLO: Si vede poco e male, schierato in un  ruolo che sinceramente ci lascia molte perplessità, ma che è figlio dell’emergenza. Gara deludente, lascia il posto a Coda. VOTO: 5.

DIABATE’: Ci mette tanta volontà, ma sul piano tattico probabilmente non era la partita adatta alle sue caratteristiche tecniche. Si vede poco sotto porta.   VOTO: 5,5.

SUBENTRATI:

59′ SPARANDEO PER LETIZIA: Esordio in serie A per il giovane sannita che viene schierato a sinistra nella difesa a tre. Pecca un po’ di ingenuità in occasione del rigore su Antenucci. Voto di incoraggiamento e di augurio a fare sempre meglio. VOTO: 6.

69′ DEL PINTO PER VENUTI:  Da un po’ di consistenza al centrocampo giallorosso che con il suo ingresso passa a tre. S.V.

72′ CODA PER IEMMELLO: Il suo ingresso è apparso un po’ tardivo. S.V. 

MISTER DE ZERBI: Gli uomini contati non gli hanno permesso certamente di poter scegliere l’undici da mandare in campo, anche se negli undici iniziali la formazione non era da meno di quella che aveva di fronte. Qualche scelta iniziale e qualche altra in corso d’opera ci ha lasciato qualche dubbio, come l’impiego di Diabatè dal primo minuto a discapito di Coda, per il tipo di gara da disputare e la sostituzione di Letizia che era apparso quello più in palla e che poteva creare maggiori grattacapi alla difesa di casa. Terzo esordio stagionale con Sparandeo per un elemento del settore giovanile dopo Brignola e Volpicelli e questo è un suo grande merito. Speriamo che presto sciolga i dubbi sul suo futuro, il tempo stringe e bisogna sfruttare al meglio questo discreto vantaggio di tempo per la prossima stagione. Dentro o fuori è tempo di decisioni… VOTO: 5,5.


Pubblicato il:6 Maggio 2018 alle 5:47 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *