breaking news

Benevento-Pisa: 1-1. I nerazzurri fermano la capolista

19 Gennaio 2020 | by Domenico Passaro
Benevento-Pisa: 1-1. I nerazzurri fermano la capolista
Benevento calcio
0

Il Pisa ferma la capolista. Alla ripresa dalla sosta invernale non è il Benevento brillantissimo che aveva chiuso l’anno. Una sosta che ha interrotto la Strega nel suo momento d’oro, che non riesce a centrare il record di vittorie consecutive. Diverse le occasioni create, forse la manovra non avrà la solita fluidità, complice probabilmente anche il carico di lavoro del richiamo di preparazione che servirà comunque alla lunga. Al gol di Coda che sembrava presagire giornata diversa, è lo stesso Benevento che si complica la vita, comunque sfortunato per l’intervento di Tuia che costa in autogol il pareggio. Come era successo all’andata è il Pisa che ferma la Strega con un gol incassato al Vigorito che mancava dallo scorso settembre con l’Entella, all’epoca terminò con il medesimo risultato. Un punto che dà comunque continuità, mantenendo per ora invariato il distacco in attesa del derby calabrese.

I TEMPO – 10 minuti, è quanto basta al Benevento per sbloccare il risultato. L’azione sulla sinistra di Sau che mette a sedere De Vitis per servire l’inserimento di Viola, piatto mancino sulla traversa ma pronto all’appuntamento col tapin c’è Massimo Coda. Il Benevento sembra riuscire a controllare agevolmente, ma dopo otto minuti il Pisa riesce a rimetterla in pareggio con un po’ di fortuna: Gucher incrocia col destro, sfortunato il rimpallo sulla scivolata di Tuia che insacca la propria porta. Il difensore sarà poi costretto a lasciare il campo per l’ingresso di Volta. Era dal 29 settembre che la squadra di Inzaghi non subiva gol al “Vigorito” e solo un autogol ha interrotto questa lunga serie. E’ un buon momento per il Pisa, al 24esimo prova a rispondere la squadra di casa con il cross di Maggio per la testa di Coda che, però, non impatta bene. Il Benevento torna ad alzare i ritmi, è il solito Sau a creare scompiglio, ci va Maggio al volo, blocca Gori. Tutte le occasioni giallorosse nascono dai piedi del sardo che allo scadere di frazione confeziona ancora per la testa del 9 che di un soffio non trova lo specchio.

II TEMPO – Partono subito forte i padroni di casa che già dopo pochi secondi hanno la prima occasione di frazione con il destro a incrociare di Coda, deviazione e palla di un soffio al lato. I giallorossi la insaccano anche passato il decimo con Volta, ma il difensore era in offside. Il Pisa riesce a tenere, negli ultimi dieci Inzaghi decide di giocarsi la carta Moncini al fianco di Coda con l’esordio in giallorosso dell’ex Spal. Il Pisa chiude in inferiorità numerica, a cinque dal termine Siega colleziona il secondo giallo e lascia i suoi in 10. Il Benevento chiude in forcing, schiacciando i nerazzurri. Gli ospiti tengono, i sanniti non sfondano e divorano anche una colossale occasione che poteva valere il record di vittorie.

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Letizia, Caldirola, Tuia (22′ Volta), Maggio; Viola, Schiattarella, Tello (53′ Improta); Sau (79′ Moncini), Kragl; Coda. A disposizione: Manfredini, Gori, Del Pinto, Volta, Pastina, Basit, Gyamfi, Insigne, Armenteros. Allenatore: Inzaghi.

Pisa (4-3-1-2): Gori; Lisi, Ingrosso (57′ Verna), De Vitis, Birindelli; Pinato (55′ Soddimo), Marin, Gucher; Siega; Vido (76′ Moscardelli), Fabbro; A disposizione: D’Egidio, Perilli, Moscardelli, Minesso, Marconi, Perazzolo. Allenatore: D’Angelo.

Arbitro: sig. Robilotta di Sala Consilina

Marcatori: 10′ Coda, 18′ Tuia (aut)

Ammoniti: 71′ Volta (B), Soddimo (P), 76′ Schiattarella (B), 78′, 85′ Siega (P), 89′ Fabbro (P), 90’+3 Maggio (B)

Espulso: 85′ Siega


Pubblicato il:19 Gennaio 2020 alle 10:58 pm

Comments are closed.