breaking news

Sampdoria-Benevento: 2-3. Successo in rimonta, debutto da urlo per la Strega

26 Settembre 2020 | by Domenico Passaro
Sampdoria-Benevento: 2-3. Successo in rimonta, debutto da urlo per la Strega
Benevento calcio
0

E’ un debutto da impazzire, la Strega lascia subito il segno e parte col botto. Come tre anni fa, tutto inizia a Marassi, ancora una vittoria in rimonta – ma a parti invertite – stavolta “il vento è cambiato”, come aveva promesso Inzaghi. Il Benevento paga l’emozione nella prima parte e dopo 18 minuti si ritrova sotto già di due gol. La Strega poi si scrolla di dosso l’impatto, Caldirola suona la carica ai suoi e rimette la partita in gioco dopo il regalo a Quagliarella ed il raddoppio di Colley. La ripresa ha tutt’altro volto, Moncini spreca, serve ancora un inserimento di Caldirola, oggi con la fascia, per servire il pareggio. La squadra di Inzaghi ci crede, dietro si assesta, e a due dal termine beffa la Samp. Manovra avvolgente, la botta di Letizia fa esplodere la gioia. La Strega espugna Marassi, lascia subito il segno. Reazione, cuore e carattere, ecco il Benevento di Inzaghi. “Il vento è cambiato”, parola d’Inzaghi. Se il buongiorno si vede dal mattino…

I TEMPO – Il Benevento parte bene, ma al quinto sono i padroni di casa a collezionare già la prima occasione con Jankto che serve benissimo nel cuore Bonazzoli ad un passo dalla deviazione vincente. Rispondono i giallorossi in contropiede un minuto più tardi, ma Caprari da defilato non riesce ad impensierire la Samp. Disattenzione assoluta del Benevento, Montipò paga l’emozione, erroraccio in impostazione e palla consegnata a Bonazzoli, dentro per Quagliarella è un gioco da ragazzi gonfiare la rete. Dopo otto minuti i giallorossi sono già sotto. La squadra di Inzaghi sente la botta, la Samp è padrona e al minuto 17 trova il raddoppio: Candreva se la sistema e pennella nel cuore dell’area per il colpo di testa di Colley, lasciato tutto libero di saltare. Prove di reazione della squadra sannita, minuto 27: Letizia confeziona sul secondo palo per lo stacco di Moncini, il miracolo di Audero che nega la gioia all’attaccante. Ripartenza sannita, parte Glik dalla difesa che accompagna Insigne, dentro ancora per il polacco contratto all’ultimo da Tonelli. La squadra si accende, alla mezz’ora carica il destro da fuori Dabo, Audero ancora attento e va in corner. Prova a raddrizzarla il Benevento. Sul corrispettivo corner i sanniti hanno fame, Dabo e Caldirola sullo stesso pallone, ci va l’oggi capitano e palla in fondo al sacco. Il Benevento rientra così in partita, con il primo gol in Serie A di Luca Caldirola. Chiude in crescendo la squadra giallorossa, qualche occasione sprecata nell’ultimo passaggio e con scarsa incisività negli ultimi metri, ma il Benevento è in partita.

II TEMPO – Parte subito con un occasione la ripresa, un minuto ed Insigne prova ad approfittare dell’errore in retropassaggio di Colley, il napoletano si invola verso la porta e incrocia col sinistro, palla di un soffio al lato del palo. Benevento subito ad un passo dal pareggio. Ranieri cambia, la Samp è in calo, prova a sfondare il Benevento al settantesimo, vicinissimo ancora al secondo gol. Improta dalla sinistra dentro per la sponda di Ionita verso la girata di Moncini che manda clamorosamente fuori. Il gol è nell’aria, il Benevento ci crede e al minuto 72 completa la rimonta: Caprari da corner per il perfetto inserimento di Caldirola che firma la sua doppietta. Inzaghi ridisegna la squadra, chiude con il 3-5-2 e rinfresca il centrocampo. Rsiste la squadra sannita, anche con un po’ di fortuna, quando Gabbiadini di testa centra solo il palo a Montipò immobile. Reazione di carattere, la Strega ci crede e a tre dal termine fa l’impresa con la botta di Letizia che fa esplodere di gioia Inzaghi. Rimonta di cuore, è un debutto da Strega.

Sampdoria (4-4-2): Audero; Augello, Colley, Tonelli, Bereszynski; Jankto, Verre (59′ Thorsby), Ekdal, Candreva (59′ De Paoli); Quagliarella (83′ Gabbiadini), Bonazzoli (63′ Ramirez). A disposizione: Ravaglia, Askidlsen, Damsgard, Leris, Regini, Vieira, Yoshida. Allenatore: Ranieri

Benevento (4-3-3): Montipó; Foulon (80′ Tuia), Caldirola, Glik, Letizia; Dabo (59′ Improta), Schiattarella, Ionita; Caprari (75′ Sau), Moncini (75′ Lapadula), Insigne (80′ Hetemaj). A disposizione: Manfredini, Lucarelli, Maggio, Tello, Pastina, Vokic, Del Pinto, Di Serio.

Marcatori: 9′ Quagliarella, 18′ Colley, 33′,72′ Caldirola

Ammoniti: 32′ Augello (S), 48′ Tonelli (S), 56′ Dabo (B)


Pubblicato il:26 Settembre 2020 alle 7:59 pm

Comments are closed.